Domenica 25 Agosto 2019
Quando l'informazione locale diventa disinformazione nazionale


La bufala dell'enorme squalo bianco nello Stretto di Messina

di Marco Sturiale | 30/08/2013 | AMBIENTE

11725 Lettori unici | Commenti 5

Un fotogramma tratto dal video pubblicato su Youtube

Si sa: far leva sulle ataviche paure dell'uomo fa sempre parlare!
Ecco che un paio di siti di informazione locale hanno deciso di tirar fuori la notizia di un sensazionale avvistamento di uno squalo bianco di ben 6 metri nelle acque dello Stretto di Messina. Il tutto condito da immagini di squali cattivissimi!
La notizia di per se potrebbe non essere fasulla: è vero che sono stati avvistati degli squali bianchi nel Mediterraneo, ma questo tipo di avvistamenti sono poco frequenti perchè nei nostri mari i grandi squali bianchi hanno un comportamento molto schivo e diffidente.
Tornando alla sensazionale notizia, quello avvistato è (con moltissima probabilità) uno squalo elefante: un animale assolutamente pacifico (si nutre di plancton) e per di più a rischio di estinzione. La forma del corpo, in particolare della testa, è decisamente differente da quella di uno squalo bianco. 
Un avvistamento pur sempre eccezionale, ma è chiaro: un grosso squalo pacifico non avrebbe fatto notizia!

Più informazioni: squalo elefante  stretto messina  squalo  


COMMENTI

Emanuele | il 30/08/2013 alle 17:03:39

Complimenti per la professionalità e l’attendibilità nel divulgare le notizie.

Sandro Ballisto | il 30/08/2013 alle 17:49:35

Sveliamo però quello che c'è dietro tutto questo parlare sullo squalo. Non è altro che una semplice azione di Viral Marketing. La tecnica è semplice: mettere nel web una notizia (regola delle tre esse: sangue, sesso e stronzate) che faccia scalpore, la cosa migliore e mettere un video che possa essere condiviso. Poi lo si lancia sapendo che la notizia è così agghiacciante che moltissimi abboccheranno e lo condivideranno. Il viral marketing di questo tipo è la maniera più veloce che un brand ha, in questo caso meteoweb, di raggiungere visitatori per il suo sito e avere una certa visibilità. Non è importante che la notizia sia vera o falsa, l'importante è che se ne parli. Il risultato in effetti è stato raggiunto, ma certo queste non sono azioni di marketing che costruiscono la reputazione di un brand. Voglio anche ricordarvi che quelli di meteoweb non sono nuovi a queste pratiche, già ad aprile lanciarono il "virus" del rischio tsunami nello stretto. http://www.meteoweb.eu/2012/04/allarme-nello-stretto-sta-eruttando-un-vulcano-sottomarino-rischio-tsunami-e-sta-nascendo-una-nuova-isola/126801/

Zorro | il 30/08/2013 alle 18:30:02

Questo è stato il primo sito "locale" ad smentire la notizia http://www.messinaora.it/notizie/attualita/item/5679-squalo-nello-stretto-allarmismo-ingiustificato-sul-web-e%E2%80%99-un-%E2%80%9Celefante%E2%80%9D-e-si-nutre-di-plancton.html

Silvio | il 10/02/2014 alle 08:57:16

Effettivamente guardandolo bene le sembianze sembrano quelle di uno squalo elefante. Visto dall'alto la testa, le pinne pettorali, la seconda pinna dorsale e la pinna caudale non sembrano quelle di un bianco.

FABIO | il 22/03/2014 alle 19:16:03

Condivido il giudizio di Silvio ; si tratta di uno squalo elefante ; uno squalo bianco di sei metri sarebbe molto più grosso e largo potendo pesare almeno Kg. 1500,00 se maschio e oltre se femmina.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.