Martedì 19 Novembre 2019
In programma diverse iniziative in vista del referendum del 17 aprile


No alle trivellazioni in mare, costituito il Comitato Zona Jonica

31/03/2016 | AMBIENTE

1280 Lettori unici

Anche la riviera jonica si mobilita per dire no alle trivellazioni nel mare italiano. Ieri sera comitati, associazioni, movimenti e singoli cittadini si sono riuniti nell’aula consiliare di S. Teresa di Riva, dietro convocazione del presidente del Comitato Jonico Beni Comuni, Salvuccio Irrera, decidendo di costituire il Comitato No Triv zona jonica. Durante l’incontro è stato concordato un impegno comune per dare informazioni  sul prossimo referendum del 17 aprile e per favorire la partecipazione al voto. “In ballo – spiega il Comitato – non c’è soltanto la possibilità di fermare le trivelle entro le dodici miglia dalla costa alla scadenza della concessione e non permettere il rinnovo della concessione fino all’esaurimento del giacimento. È in gioco il rispetto del nostro pianeta (non ne abbiamo un altro!) e del mare: non si può rischiare di rovinare la pesca ed il turismo, quindi risorse essenziali per la nostra Sicilia. Si è convenuto che dopo la conferenza sul clima di Parigi 2015 e l’accordo raggiunto – aggiungono –  si debba pensare ad un sviluppo sostenibile, che implica uno stile di vita diverso, meno lontano dalla natura ed attento ai consumi privilegiando le energie rinnovabili”. Il Comitato No Triv zona jonica è aperto a tutti e si riunirà martedì 5 aprile, alle ore 18.30, nella sala consiliare dell’ex municipio santateresino, per preparare nei dettagli le prime due iniziative, già  programmate per sabato 9 aprile alle ore 18 in piazza Sacro Cuore a Furci Siculo e domenica 10 aprile alle ore 17.30 in piazza Bianca Lungomare Bucalo a S. Teresa.

Più informazioni: referendum trivelle  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.