Sabato 16 Novembre 2019
Gli alberi rimossi avrebbero ridotto il rendimento energetico


S. Teresa. Pannelli fotovoltaici al posto dei vecchi pini

di Andrea Rifatto | 21/06/2013 | AMBIENTE

2507 Lettori unici | Commenti 9

S. TERESA. Sono stati abbattuti tre vecchi esemplari di pino domestico presenti in piazza V Reggimento Aosta, a ridosso del palazzo municipale: la decisione è stata presa dall’Amministrazione comunale, su invito del responsabile del Servizio Manutenzioni, a seguito dell’approvazione della variante ai lavori di installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il progetto, approvato nel 2011, prevedeva l’installazione di moduli fotovoltaici nel parcheggio del palazzo comunale e sul terrazzo di copertura del vecchio municipio: la variante, che non comporta alcun aumento della spesa preventivata, si è resa necessaria per non vincolare l’edificio che fino al 1993 ospitò gli uffici comunali, in quanto già un anno fa l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Cateno De Luca aveva manifestato l’intenzione di valorizzarlo al fine di realizzare un centro commerciale-direzionale. L’impianto fotovoltaico verrà dunque spostato a ridosso dell’attuale palazzo municipale, sul lato sud verso la piazza: i tre alberi sono stati rimossi poiché oltre ad ostacolare i lavori e creare ombreggiamento sui pannelli e quindi una riduzione del rendimento energetico, avevano creato danni al muro di contenimento della piazza ed ai sottoservizi presenti. La spesa prevista per l’abbattimento controllato dei tre esemplari è di 2.178 euro compresa Iva.

Più informazioni: ambiente  municipio santa teresa  fotovoltaico  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 22/06/2013 alle 07:46:04

Se ci dicono che le radici avevano creato danni, possiamo giustificare l'abbattimento dei pini, che sicuramente sarà stato autorizzato dalla forestale. Io personalmente ieri sera ho voluto constatare, prima di parlare, se erano evidenti radici vicino alla base ed al muro lato nord: però non ho notato il minimo rigonfiamento! Se invece la giustificazione è che avrebbero fatto ombra ai pannelli diminuendone il rendimento dobbiamo dire che in maniera miope non hanno considerato il risparmio che l'ombreggiamento dei pini produceva, per non parlare dell'aspetto estetetico. Quando le decisioni vengono prese non insieme, non considerando le varie implicazioni, anche se corrette, sono sempre sbagliate. Occorre la condivisione, bisogna creare strumenti di democrazia veloci e coinvolgenti: incentivare la partecipazione. Nella sostanza occorre realizzare una democrazia compiuta reale.

SimonaD Spadaro | il 22/06/2013 alle 10:00:38

Non riesco proprio a immaginare questi pannelli solari posizionati in un'aiuola al posto del verde. Oltretutto in un paese dove non v'è una sola piazza in cui le panchine (per esempio) non siano divelte, distrutte o danneggiate; cosa accadrà a questi congegni?

Santo Trimarchi | il 22/06/2013 alle 17:27:14

Penso alla legge entrata in vigore il 16 febbraio scorso e che obbliga i Comuni sopra i 15mila abitanti a piantare un albero per ogni bambino registrato all'anagrafe o adottato. La normativa, che punta a incentivare gli spazi verdi urbani, esiste in realtà da oltre vent'anni. Penso che non sappiamo valorizzare i beni che abbiamo. Penso agli strumenti della democrazia, alla partecipazione dei cittadini, all'amore per il proprio paese. Penso alla qualità della vita, alla politica della delega, alla mancanza di senso civico, alla solitudine dell'amministratore unico ed al danno che ne deriva per la cittadinanza!!!!

Michael | il 22/06/2013 alle 20:01:53

ridicoli...

Fabrizio Sergi | il 23/06/2013 alle 19:52:58

Vedere queste foto in un centro abitato è sempre un profondo dispiacere dispiacere. Una soluzione si trova sempre...adesso non ci son più.

ANGELO CASABLANCA | il 23/06/2013 alle 22:43:06

Ma quali danni al muro, al solito le solite chiacchere per distrarre i cittadini. Abbattere 3 alberi di 32 anni e' un offesa alla storia di S.Teresa ed ai ricordi dei Santateresoti, oltre ad essere uno scempio ambientale. Si potevano quantomeno potare. Lo fanno solo per la tamerici che fanno pena a vederle, invece di farle crescere per creare ombra nel lungomare le potano ogni anno, mi chiedo quale scienziato agronomo , dispone certi interventi!!!

Giovanni | il 25/06/2013 alle 10:42:34

VERGOGNOSO ... ma con tutto lo spazio che c'è a s.teresa bisognava per forza abbattere i pini secolari??? Ma dico siamo impazziti? E l'opposizione che dice???

Francesca Gullotta | il 29/06/2013 alle 14:58:44

La piazza sembra sventrata...gli alberi decoravano l'ambiente e d'estate permettevano di stare all'ombra.

vittorio chillemi | il 01/07/2013 alle 06:47:40

avevamo un angolo di verde bello da vedere al centro della cittadina. la vergogna piu totale la piazza nn e' piu la stessa vedremo il decoro dei pannelli se sono la stessa cosa. tagliamo il verde per rimpiazzarli col fotovoltaico. siamo arrivati

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.