Mercoledì 20 Novembre 2019
La gestione del servizio passa a una ditta privata dopo anni di proroghe


Rifiuti, 6 comuni dell’Alcantara salutano l’Ato Me4: appaltata la gara della Srr Provincia

di Andrea Rifatto | 27/09/2019 | AMBIENTE

772 Lettori unici

La gestione passa dall'Ato Me4 alla Srr

Sei comuni della Valle dell’Alcantara saluteranno presto l’Ato Me4 per ciò che riguarda la gestione del ciclo dei rifiuti. È stato infatti aggiudicato l’appalto del servizio di spazzamento, raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati della Srr Messina Provincia, di cui fanno parte anche i centri di Graniti, Malvagna, Mojo Alcantara, Motta Camastra, Roccella Valdemone e S. Domenica Vittoria. I sei comuni erano inseriti nel lotto 3 dell’appalto, che coinvolge 33 paesi tra i Nebrodi e la fascia tirrenica, per un ammontare di 42 milioni di euro. L’importo complessivo del servizio in appalto per il lotto 3 era di 4 milioni di cui 79mila euro per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, così suddiviso:  un milione per Graniti, 486mila 945 Malvagna, 628mila 685, Mojo, 745mila 862 Motta, 407mila 497 Roccella e 774mila 65 S. Domenica. Ad aggiudicarsi l’appalto per sette anni è stata l’associazione temporanea di imprese Multiecoplast srl-Caruter Srl di Torrenova, che ha offerto un ribasso del 16,156% sull’importo a base d’asta di 3 milioni 977mila euro, pari a 642mila 685 euro oltre oneri sicurezza, ottenendo quindi l’affidamento per l’importo di 3 milioni 335mila euro e un importo contrattuale di 3 milioni 414mila euro. Il nuovo gestore subentrerà quindi all’Ato Me4 nella raccolta differenziata nei rifiuti e nei servizi di igiene ambientale. “Finalmente dopo anni di continue ordinanze sindacali ed affidamenti temporanei straordinari, si rientra nell’alveo dell’ordinarietà e della legge, nazionale e regionale – afferma il direttore generale della Srr, l’ing. Giuseppe Mondello – i contratti sono già stati trasmessi ai Comuni ed alle aziende, saranno sottoscritti a ottobre ed i servizi verranno attivati entro l’anno in ogni singolo comune. Data la corposità dei servizi offerti dalle aziende, la prima fase sarà quella di start-up, necessaria al Comune e all’impresa ad organizzare la logistica ed i servizi; da gennaio saremo certamente a regime”. “Con l’affidamento del servizio di igiene ambientale della Srr – aggiunge il presidente Rosario Sidoti, sindaco di Montagnareale - si sono rivelati risparmi per le amministrazioni comunali per oltre il 25% rispetto alla gestione straordinaria, durata per anni e dettata da continue ordinanze urgenti la cui proroga era diventata un po’ per tutti insostenibile”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.