Lunedì 19 Agosto 2019
Affidato l'appalto di gestione e apertura. L'ultimo passaggio spetta al Consiglio


Roccalumera, completato il Ccr: presto l'apertura per una differenziata migliore

di Andrea Rifatto | 09/03/2019 | AMBIENTE

616 Lettori unici | Commenti 1

Il Centro comunale di raccolta di Roccalumera

Si avvicina l’apertura del centro comunale di raccolta rifiuti di Roccalumera, struttura utile a migliorare le performance in materia di raccolta differenziata che consentirà ai cittadini di avere maggiori opportunità di smaltire correttamente i rifiuti, finora conferibili solo tramite i contenitori del porta a porta. Dopo che nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato le direttive per l’individuazione dell’impresa esterna che si occuperà della gestione, il responsabile dell’Ufficio tecnico comunale, l’architetto Pino Della Scala, ha firmato la determina di affidamento del servizio all’impresa Lts Ambiente di Sant’Agata di Militello, ossia la ditta che gestisce i servizi di raccolta rifiuti e spazzamento stradale nell’Aro Valle del Dinarini, composta dai comuni di Roccalumera e Furci. L’affidamento diretto dell’apertura e gestione del centro comunale di raccolta comporta una spesa di 37mila 400 euro a carico dell’Aro e visto che si tratta della stessa impresa che svolge già i servizi ambientali i tempi di attivazione della struttura saranno celeri. L’apertura avverrà infatti entro il 31 marzo, dopo l'approvazione in Consiglio del regolamento per l’utilizzo del Ccr.

La struttura, realizzata nella zona sud del paese a ridosso della zona artigianale, è stata attrezzata secondo il progetto del Comune (primo stralcio funzionale), con la realizzazione delle opere e la fornitura delle attrezzature. Gli oneri sono a carico della Lts Ambiente, in quanto previste nell’appalto di gestione dei servi di raccolta e smaltimento rifiuti e spazzamento stradale dell’Aro comunale insieme al comune di Furci. In questi giorni la ditta ha completato le ultime forniture (cassoni, contenitori, cartellonistica). Il Ccr sarà aperto almeno tre ore al giorno per tre giorni la settimana per gli utenti di Roccalumera, avrà un proprio responsabile e garantirà la presenza di personale per il conferimento dei rifiuti e la registrazione degli utenti. Al suo interno potranno essere conferiti carta e cartone, vetro e lattine, contenitori per liquidi in plastica, metalli ferrosi e non ferrosi, legno, polistirolo, rifiuti vegetali, accumulatori al piombo, pile esauste, prodotti farmaceutici scaduti, rifiuti ingombranti e beni durevoli di provenienza domestica, indumenti usati, cartucce, lampade al neon, oli esausti. Non è escluso che il Comune successivamente possa ampliare le tipologie di rifiuti ricevibili, aggiungendo pneumatici usati, oli minerali esausti, scarti di piccole demolizioni. Per quanti non osserveranno le regole di conferimento al Ccr, ad esempio abbandonando scarti all’esterno o lanciandoli all’interno, sono previste sanzioni da 25 a 620 euro.


COMMENTI

Comitato Jonico Beni Comuni | il 10/03/2019 alle 22:49:37

Il Comitato Jonico Beni Comuni accoglie con sincero interesse la notizia della prossima apertura di uno dei due CCR dell'Aro del Dinarini sottolineandone, ancora una volta, la sua importanza nella strategia complessiva dei gestione della raccolta differenziata. Il nostro plauso testimonia, laddove ce ne fosse bisogno, che noi operiamo per vedere attuata una raccolta differenziata che traduca in gesti concreti la sostenibilità del processo. Ribadiamo ancora una volta la necessità di coinvolgere direttamente i cittadini per promuovere la riduzione dei rifiuti quale unica pratica virtuosa. A tal fine rinnoviamo a tutto l'Aro del Dinarini la nostra collaborazione a programmare insieme a tutti gli attori sociali, una serie di iniziative che possano migliorare i processi.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.