Mercoledì 20 Novembre 2019
Modificati i dati del primo quadrimestre. In distribuzione le compostiere


Roccalumera, la differenziata sale al 71,45%: come risparmiare con il compostaggio

di Redazione | 26/09/2019 | AMBIENTE

437 Lettori unici

Raccolta porta a porta dell'umido

Migliora la posizione in classifica di Roccalumera per le percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti. Nei giorni scorsi la Regione ha diffuso i dati del primo quadrimestre di quest’anno e la cittadina jonica risultava al 98esimo posto con il 68,60%, ma oggi l’Amministrazione comunale rende noto che ieri sono stati inviati nuovi dati all'Assessorato Regionale Acqua e Rifiuti e che la percentuale è risultata errata per un mero errore di calcolo statistico: confermato il dato di gennaio (71,8%), sono stati invece modificati quelli di febbraio (71,20% anziché 63,8%), marzo (72,20% anziché 69,9%) e aprile (70,60% anziché 68,8%). “Adesso la percentuale di raccolta differenziata del primo quadrimestre è del 71,45% e il comune di Roccalumera è al 70° posto della graduatoria regionale dei 390 Comuni siciliani e questo dato ci rende particolarmente soddisfatti – afferma il sindaco Gaetano Argiroffi – considerato il fatto che con il dato aggiornato al mese di luglio 2019 la percentuale di raccolta differenziata dei primi sette mesi é del 70,80%. Certamente tutto ciò è stato possibile grazie ai cittadini di Roccalumera che fin dal primo giorno hanno dato la loro piena adesione dimostrando ancora una volta il loro grande senso civico. Forti di questi dati, contiamo di raggiungere al 31 dicembre 2019 l'obiettivo del 75% di raccolta differenziata, scalando così ancora posti in graduatoria. Considerato che, da oggi i cittadini di Roccalumera possono usufruire di un ulteriore servizio, quello del compostaggio domestico e anche che nei mesi rimanenti le quantità di rifiuti totali prodotti saranno certamente più basse – evidenzia il sindaco – con la diminuzione dei cittadini non residenti questo obiettivo è sicuramente a portata di mano. Il mio sentito grazie va a tutti i cittadini di Roccalumera ed a tutti coloro che, nei rispettivi ruoli, hanno contribuito al raggiungimento di questo prestigioso traguardo”.

Da ieri si può richiedere in municipio la compostiera domestica per smaltire l’umido, così da ottenere a costo zero un prodotto ad alto potere fertilizzante, ridurre gli sprechi e abbattere i costi della bolletta Tari. Al Comune sarà possibile anche prendere visione del regolamento per la pratica del compostaggio domestico approvato dal Consiglio comunale il 20 giugno e richiedere la domanda di adesione. Possono praticare il compostaggio tutti gli utenti iscritti a ruolo Tari del Comune. Per agevolare la pratica l’Amministrazione fornirà, in comodato gratuito, una compostiera  progettata per portare a termine il processo di compostaggio di quantità di scarti biodegradabili prodotti da una famiglia media di 3/4 persone con circa 80/100 metri quadri di giardino. L’utente che aderisce al compostaggio domestico potrà usufruire di uno sgravio della parte variabile della tariffa, che viene determinato, con cadenza almeno triennale, dal regolamento sulla tariffa rifiuti. Il regolamento del compostaggio e i moduli per la compostiera

Il Regolamento del compostaggio e i moduli per richiedere la compostiera


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.