Domenica 22 Settembre 2019
Contributo assegnato dal Governo per la riqualificazione energetica del plesso


Savoca. Arrivano 145mila euro per la scuola media di Rina

di Redazione | 15/07/2015 | AMBIENTE

1737 Lettori unici

La scuola media di Rina Inferiore

Ha avuto buon esito il lavoro avviato nelle scorse settimane dalla nuova amministrazione comunale di Savoca, che si è subito attivata per cercare di intercettare finanziamenti. Il comune collinare ha infatti ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico un contributo a fondo perduto pari a 145mila 447,56 euro, al netto del ribasso di gara, a valere sulle risorse messe a disposizione dell’Avviso 2015 “Comuni per la Sostenibilità e l’Efficienza energetica”, relativo alla concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e/o di produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici di amministrazioni comunali delle Regioni Convergenza, attraverso l’acquisto e l’approvvigionamento dei relativi beni e servizi con le procedure telematiche del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA). La comunicazione inviata dal Mise è giunta oggi nel municipio savocese. Le somme verranno impiegate per un intervento programmato nel plesso della scuola media di Rina inferiore, con annessa palestra, dove è prevista la riqualificazione dell’impianto di illuminazione con l’installazione di lampade a tecnologia led e la realizzazione di un sistema di climatizzazione e riscaldamento alimentato con pannelli fotovoltaici. Interventi che oltre a produrre energia alternativa per un totale di 30 KWh, che per la parte non utilizzata nel plesso scolastico verranno immessi nella rete, consentiranno al Comune di Savoca di risparmiare annualmente circa 7-8 mila euro per la fornitura di energia elettrica e l’acquisto di gasolio da riscaldamento. La Giunta del sindaco Nino Bartolotta aveva assegnato nelle socrse settimane le risorse al responsabile dell’Area tecnica per il servizio di diagnosi energetica dell’edificio scolastico a supporto della partecipazione al bando Cse 2015: contestualmente era stato redatto un progetto che prevedeva opere per complessivi 201mila euro oltre Iva, con la realizzazione degli impianti fotovoltaico, solare-termico e di climatizzazione, oltre alla posa di nuovi apparecchi illuminanti di ultima tecnologia. L’incarico per la redazione della diagnosi energetica era stato affidato all’ingegnere Guido Di Bella.

Più informazioni: cse 2015  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.