Martedì 22 Ottobre 2019
Interventi sul tunnel della carreggiata in direzione Messina, chiuso da sei mesi


A18, al via i lavori nella galleria Giardini: doppio senso di marcia fino a luglio

29/04/2019 | ATTUALITÀ

533 Lettori unici

Al via i lavori all’interno della galleria Giardini (lato mare) dell’A18 Messina-Catania, finalizzati alla messa in sicurezza per consentire di riaprirla al traffico dopo sei mesi, eliminando così il doppio senso di circolazione nella carreggiata monte. Tutti gli interventi si concluderanno il prossimo 3 luglio. Al verificarsi del distacco di piccole porzioni della parte superficiale del rivestimento in conglomerato cementizio della galleria, gli uffici tecnici preposti sono immediatamente intervenuti con specifici interventi tamponi e nel contempo sono state effettuate indagini sui materiali costituenti il rivestimento della galleria al fine di valutare la composizione, il degrado del legante cementizio e le proprietà meccaniche del calcestruzzo. In aggiunta sono state effettuate prove georadar finalizzate sia ad accertare gli spessori del calcestruzzo di rivestimento in calotta sia per constatare la presenza di eventuali vuoti o anomalie di costruzione e possibili fessurazioni, ed a tal fine sono state effettuate scansioni in calotta. Per tali approfondimenti è stato richiesto una consulenza geotecnica specializzata alla facoltà di Ingegneria ed Architettura dell’Università Kore di Enna.

La ditta incaricata, la Operes Srl di Santa Venerina, procederà con diverse lavorazioni: rimozione e rifacimento dell'impianto elettrico di illuminazione esistente posto sui due lati della galleria; idrodemolizione (scarificazione) corticale del rivestimento per asportazione dello strato superficiale degradato (profondità da 3 a 5 cm secondo lo spessore); pre-trattamento di superfici in conglomerato cementizio per l’adesione omogenea tra vecchia e nuova struttura; tete elettrosaldata da fissare al paramento (calotta e piedritti) con ganci (o arpioni) in acciaio opportunamente inghisati (perforazione e sigillatura); conglomerato cementizio spruzzato (spritz beton) con aggiunta di fibre in polipropilene per uso strutturale (spessore da cm10 a cm15) nei tratti maggiormente ammalorati; inalbamento della Galleria fino all'altezza di quattro metri dal piano dì calpestio dei marciapiede; rivestimento drenante con lamiera metallica grecata e zincata al fine di proteggere i tratti meno degradati o quei tratti dove maggiormente si manifesta la percolazione idrica. Non sono previsti interventi sui marciapiedi esistenti in quanto saranno oggetto di successivo adeguamento Al fine di accelerare l'esecuzione dei lavori sono previsti due turni di lavorazione.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.