Giovedì 19 Settembre 2019
Lavori e processione religiosa. L'assessore Falcone chiede sacrifici agli utenti


A18 e Giardini, sarà un'altra domenica infernale: "Viaggiate nelle ore meno caotiche"

di Andrea Rifatto | 22/06/2019 | ATTUALITÀ

779 Lettori unici

Le code di domenica scorsa all'uscita di Giardini

Quella di domani sarà una un’altra domenica infernale per la viabilità dell’A18 Messina-Catania per i lavori a Fiumefreddo che causano lunghe code. E i riflessi negativi, come avvenuto domenica scorsa, si avranno anche a Giardini Naxos, anche perché domani nella cittadina naxiota sarà una giornata particolare per la viabilità visto che si terrà la processione del Corpus Domini. La questione è stata discussa in Prefettura nella riunione del Comitato operativo per la Viabilità, che ha esaminato le misure da adottare per fronteggiare eventuali situazioni di criticità che si possono registrare in conseguenza dei lavori sul viadotto Bruinetto, nei pressi dello svincolo di Fiumefreddo, in relazione ai quali è stato istituito il doppio senso di circolazione sulla carreggiata di valle verso Messina, con possibile incolonnamento di mezzi sulla tratta autostradale in direzione Catania in corrispondenza del cantiere. Una situazione che potrà comportare, analogamente a quanto verificatosi domenica scorsa, una congestione del traffico veicolare a Giardini Naxos in coincidenza con il rientro a casa dei villeggianti (in particolare nella fascia oraria 16-21) aggravata dal contestuale svolgimento della processione religiosa. All’incontro hanno partecipato, oltre ai componenti del Comitato (Prefettura, Polizia stradale, Arma dei Carabinieri e Vigili del Fuoco) anche rappresentanti della Polizia metropolitana e della Polizia municipale di Giardini, dell’Anas e del Cas. Vista la necessità di garantire la fluidità della circolazione all’interno del territorio comunale, è stata prevista l’istituzione, nei punti interessati da un maggiore traffico veicolare, di quattro postazioni presidiate, oltre che dalla locale Polizia municipale, anche da unità di personale appartenenti a Polizia metropolitana, Polizia stradale, Anas, Cas e Protezione civile. Il Cas consiglia gli utenti diretti a Catania di utilizzare lo svincolo di Fiumefreddo.

“Nell’occasione si è preso atto dell’impegno dell’Amministrazione di dare la massima diffusione, anche tramite mezzi di comunicazione di massa, della particolare situazione di traffico veicolare prevista nella giornata di domenica – scrive la Prefettura nella nota stampa – al fine di scoraggiare, per quanto possibile, l’arrivo di villeggianti nella località balneare, considerata la particolare e temporanea situazione di criticità in atto”. Soluzione, quest’ultima, che il sindaco Nello Lo Turco però smentisce categoricamente: “Non ho mai detto che avrei scoraggiato l’arrivo dei villeggianti a Giardini ma che avrei invitato i parroci delle tre chiese di far procedere celermente la processione quando si impegneranno le strade principali di collegamento da e verso l’ospedale, per consentire il minor impatto sulla circolazione ed evitare rallentamenti”. Per la processione di domani del Corpus Domini il sindaco ha firmato un’ordinanza ordinando dalle 19.30 la chiusura del lungomare Tysandros e Naxos da via Dalmazia a via IV Novembre, fino all’arrivo della processione nella chiesa dell’Immacolata e dalle 20.30 lo stop alla circolazione su via IV Novembre fino al termine del corteo; dalle 20.50, durante la processione, stop alle auto su via Umberto tra via Roma e la chiesa Raccomandata fino al termine della stessa.

L’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Marco Falcone, questa mattina durante la conferenza stampa al Cas ha confermato che domani ci potranno essere altri problemi come domenica scorsa: “Chiedo agli automobilisti di mettersi in viaggio nelle ore di traffico meno intenso, al primo mattino o quando non ci sono ingorghi – ha detto – la deviazione a Fiumefreddo sarà rimossa mercoledì e dunque serve un ultimo sforzo. Il Cas ha triplicato le squadre di sorveglianza per la fornitura di acqua e assistenza nei caselli da Messina a Catania, chiedo la collaborazione dei viaggiatori per fare qualche sacrificio ed evitare una giornata di passione. Non apriremo i caselli al passaggio gratuito – ha aggiunto Falcone – non possiamo creare danno erariale al Cas. Questa soluzione è attuabile solo in caso di situazione grave”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.