Giovedì 19 Settembre 2019
Necessari interventi sulla calotta. Il costo dei lavori ammonta a circa 500mila euro


A18, problemi strutturali nella galleria "Sant'Alessio": slitta la riapertura

di Gianluca Santisi | 07/10/2016 | ATTUALITÀ

1716 Lettori unici

La deviazione sulla A18

Ci vorranno ancora tre mesi per la riapertura della galleria “Sant’Alessio”, sulla carreggiata lato valle della A18 Messina-Catania, all’altezza dell’abitato di Sant'Alessio Siculo. Il tratto è chiuso dallo scorso maggio, con il traffico in direzione Messina dirottato sulla carreggiata opposta e l'istituzione del doppio senso di marcia nella galleria lato monte. I lavori di manutenzione programmati dal Consorzio per le autostrade siciliane sarebbero dovuti durare solo un paio di settimane, tanto che la riapertura era stata programmata per il 12 giugno scorso. Ma durante l’esecuzione degli interventi si sono verificati degli imprevisti, che hanno dapprima portato allo sospensione dei lavori e poi all’effettuazione di approfondite indagini strutturali. I risultati sono stati consegnati nei giorni scorsi al direttore dei lavori, l’ingegnere Alfonso Schepisi. “Si è reso necessario – spiega il funzionario del Cas – eseguire lavori di chiodatura della calotta e altri interventi per il drenaggio dell’acqua, che ha provocato pesanti infiltrazioni. Il progetto è stato appena completato e quindi a breve si potranno riavviare i lavori”. I tempi di esecuzione previsti sono di un paio di mesi. “Direi – aggiunge Schepisi – che entro la fine dell’anno la galleria potrà essere riaperta”.

Ma cosa è accaduto? “Durante l’esecuzione dei lavori di manutenzione del rivestimento e di idrolavaggio dell’intera galleria, che era ormai completamente annerita – continua il dirigente -, si sono manifestate delle lesioni. Per questo motivo abbiamo decido si effettuare alcune indagini per verificare le condizioni generali della struttura”. L’esito dei carotaggi è stato negativo ma per mettersi al riparo da ogni rischio il direttore dei lavori ha disposto ulteriori indagini. L’esito è arrivato nei giorni scorsi. “È venuto alla luce – continua l’ing. Schepisi - che la parte finale della galleria, lato Messina, presenta problemi alla calotta tali da rendere necessari interventi di chiodatura. Allo stesso tempo è necessario risolvere problemi di infiltrazioni d’acqua che hanno fatto sprofondare il livello del marciapiede”. Il tratto interessato è di circa 100/150 metri, a fronte dei 990 metri complessivi di lunghezza della galleria. Il costo dell’intervento si aggira intorno ai 500mila euro. “Parallelamente – conclude Schepisi – è stata avviata la progettazione per la ristrutturazione dell’intera galleria”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.