Lunedì 27 Maggio 2019
Problemi sui lavori, il Cas non rispetta i tempi. Rimane il pericoloso doppio senso


A18, salta la riapertura dello svincolo di Taormina. Utenti sul piede di guerra

di Andrea Rifatto | 01/12/2018 | ATTUALITÀ

1941 Lettori unici

Il doppio senso e lo svincolo chiuso verso Messina

Altro che in anticipo rispetto 30 novembre, data annunciata come fine lavori. Lo svincolo di Taormina dell’autostrada A18 in uscita per chi proviene da Catania e in entrata in direzione Messina rimane chiuso. E non si sa nemmeno fino a quando. Di conseguenza resta in vigore il doppio senso di circolazione sulla carreggiata lato monte nel tratto tra Taormina e Giardini Naxos, visto che quella di valle è chiusa dal 13 novembre per i lavori nelle gallerie Sant’Antonio, Taormina e Giardini, iniziati già a metà ottobre Gli automobilisti si sono chiesti ieri se i caselli della carreggiata est oggi sarebbero tornati attivi ma di risposte e comunicati ufficiali neanche l’ombra. Il Consorzio per le autostrade siciliane, da noi contattato, fa sapere che tutto rimane com’è, senza dare date per la riapertura, mentre chi ha provato a chiedere alla Polizia stradale di Giardini si è sentito rispondere che almeno fino al 20 dicembre non cambierà nulla. Ma perché è saltata la conclusione dei lavori fissata per ieri?

Il problema nasce in quanto nelle gallerie della carreggiata di valle in cui sono in corso i lavori si è reso necessario eseguire ulteriori controlli strutturali, con carotaggi per il prelievo di campioni di calcestruzzo ed esami con il georadar, in quanto si sono manifestate criticità durante gli interventi di manutenzione e pulizia delle calotte. Il Cas ha chiesto alla ditta di consegnare i risultati dei test entro domani sera (domenica) e una volta avuti gli esiti si capirà in quelle delle tre gallerie sono necessari i lavori più consistenti. Ad un primo esame esterno sembrerebbe che la situazione sia più grave nella galleria Giardini, ma anche in quella Taormina potrebbero essere necessarie opere aggiuntive. Lunedì i tecnici del Consorzio dovrebbero essere in grado di dire quale sia la problematica e individuare la soluzione: qualora i lavori si dovessero concentrare sul tunnel Giardini, il Cas ha già valutato come riaprire lo svincolo lato mare di Taormina sia in entrata che in uscita, studiando una soluzione che consenta di collegare le due carreggiate nonostante il dislivello tra di esse. Nella speranza che i tempi non si allunghino all’infinito, come avvenne per la galleria S. Alessio. Gli utenti, da tempo sul piede di guerra e pronti ad organizzare proteste eclatanti per fare sentire la loro voce contro i disagi patiti e lo stato dell'arteria, saranno quindi ancora penalizzati dal doppio senso di marcia, in un tratto dove giovedì ha perso la vita il 61enne messinese Fabio Cardella, in un frontale tra la sua auto e un autoarticolato, per cause in fase di accertamento da parte della Polizia stradale. Lunedì scorso l'assessore regionale alle Infrastrutture e Traporti, Marco Falcone, ha fatto visita ai cantieri (foto a lato) "per dare slancio alla messa in sicurezza delle gallerie - aveva commentato - dove proseguono spediti i lavori di manutenzione e ripristino del decoro che dovevano essere fatti con il G7. C'è voluto il governo Musumeci per farli finalmente partire". Adesso bisogna capire quando finiranno.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.