Domenica 22 Settembre 2019
L'assessore regionale Falcone tira le somme sul Cas. In programma altri lavori


A18, svincolo di Taormina chiuso fino a gennaio. Novità per la frana di Letojanni

di Redazione | 08/12/2018 | ATTUALITÀ

1955 Lettori unici | Commenti 3

L'assessore Falcone durante un sopralluogo sull'A18

“In 9 mesi abbiamo preso per mano il Cas, quasi come fosse un bimbo, lungo un percorso di razionalizzazione, responsabilizzazione ed efficientamento. Solo a febbraio abbiamo assunto la responsabilità del Consorzio e lo abbiamo accompagnato, passo dopo passo, sulla via per tirarsi fuori dal baratro di scandali, sperperi e inefficienze". A dirlo è l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Marco Falcone, che ha tirato le somme sulle gestione autostradale nell’Isola. Le novità principali riguardano l’A18 Messina-Catania, dove attualmente alcuni tratti di carreggiata sono chiusi per lavori e rimane ancora la frana di Letojanni. “Abbiamo messo in sicurezza la galleria Taormina (uscita), restituendola alla fruizione dei viaggiatori e abbiamo completato inoltre i lavori della galleria S. Antonio – spiega Falcone – mentre per le gallerie Taormina e Giardini, dopo esserci occupati della manutenzione straordinaria, ci siamo accorti che serve una più ampia opera di messa in sicurezza a garanzia dell'incolumità dei viaggiatori. Abbiamo preferito questa soluzione per evitare disagi e rischi agli utenti e purtroppo, per altri 30 giorni, le gallerie resteranno chiuse”. Dunque la carreggiata lato mare tra Taormina e Giardini, al momento chiusa con un’ordinanza del Cas fino al 20 dicembre, non sarà percorribile fino alla prima settimana di gennaio e si continuerà a transitare sulla carreggiata lato monte con doppio senso di circolazione. Aggiornamenti anche per la frana di Letojanni: “Proprio ieri – prosegue l’assessore - è finalmente arrivato l'ultimo parere del Comitato tecnico-amministrativo sull'appalto e dunque, non appena il Ministero dei Trasporti ci darà l'autorizzazione, potremo mandare in gara - entro la seconda metà di gennaio - la ricostruzione di quel tratto di autostrada con due gallerie”.

Marco Falcone ha poi ricordato come tutta l'A18 è stata sottoposta a un intervento di ripristino della segnaletica orizzontale da San Gregorio a Tremestieri, in questi mesi sono state riaperte quattro gallerie (Sant'Alessio, Campofelice, Tindari e Capo d'Orlando e che è stata ripristinata l’illuminazione in ben 15 gallerie da tempo al buio. “Non stiamo poi ad elencare tutti i vari interventi di manutenzione mirata della pavimentazione autostradale – aggiunge l’esponente del Governo Musumeci – il 12 dicembre si svolgerà la gara per la pavimentazione da Villafranca a Rometta e viceversa, per eliminare anche dei restringimenti. Entro la metà di febbraio andranno in gara 60 milioni di lavori, tra cui 60 km di pavimentazione fra Giarre e Tremestieri e altrettanti da Rometta a Furiano. Otto milioni sono impegnati per i pannelli a messaggistica variabile, gli stessi by-pass e la collocazione di moderne barriere di sicurezza per circa 30 km. Ad aprile pubblicheremo anche le gare per l'ammodernamento delle gallerie Calavà, Cicero e di altre 11 gallerie più piccole, così come prescrive la normativa comunitaria”.


COMMENTI

Pina Camuglia | il 08/12/2018 alle 13:56:06

Considerati gli enormi disagi fin ora subiti da chi percorre quotidianamente la tratta Giardini Naxos - Messina e tenuto conto che la viabilità normale ancora non è garantita, non ritiene Assessore che bisogna quantomeno intervenire immediatamente sull'abbassamento dell'esoso costo del pedaggio? Sarebbe un concreto segnale di azione nei confronti dei fruitori finali di questa "infinita trazzera".

Romeo Claudio | il 08/12/2018 alle 17:46:38

Se penso a tutti i disagi subiti ... poi entro in galleria bella bianca pulita poi alzo gli occhi e vedo la "NUOVA" illuminazione e con le plafoniere a neon... e neon in parte gia esaust e multicolori... senza parole....

GIUSEPPE CONSONNI | il 10/12/2018 alle 07:05:25

Una vergogna nazionale,per non parlare dell'ANAS gestita in modo padronale e cervellotica.Basta controllare la 114 lato Letojanni,cumuli di terricciogiacciono da settimane ai bordi della strada.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.