Giovedì 22 Agosto 2019
Dopo l'arrivo di 361 cittadini stranieri, attualmente ospitati al Palanebiolo


Accoglienza immigrati, la Prefettura di Messina chiede aiuto ai comuni

di Sikily News | 16/04/2014 | ATTUALITÀ

1671 Lettori unici

Gli immigrati sono al momento ospitati al Palanebiolo

Accogliere i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, giunti a Messina nei giorni scorsi, in attesa di inserimento nei centri governativi e nella rete del Servizio di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (centri di accoglienza). La Prefettura di Messina, in ragione della situazione di necessità ed urgenza venutasi a creare a seguito del recente sbarco nel porto di Messina di 361 migranti, ha avviato un’indagine conoscitiva tra gli enti pubblici e i privati operanti nel sociale al fine di individuare delle strutture idonee ad ospitare ed assistere gli immigrati giunti nella città dello Stretto il 9 aprile scorso, dopo essere stati prelevati a largo dell'Isola di Malta da quattro gommoni della Nave mercantile "Prosper". Subito dopo lo sbarco i cittadini stranieri sono stati trasferiti presso il Palanebiolo, di proprietà dell'Università degli Studi di Messina, dove sono in atto ospitati, non essendo ancora state individuate nella provincia ulteriori strutture pubbliche o private idonee alla loro accoglienza. Venerdì 11 aprile 130 soggetti sono stati trasferiti presso l'aeroporto di Catania Fontanarossa per raggiungere altre destinazioni. La permanenza dei rimanenti immigrati nella città di Messina, come assicurato dal Ministero dell'Interno, avrà carattere temporaneo e transitorio in attesa di più idonee soluzioni alloggiative che saranno individuate.

La Prefettura, con una nota a firma del Vice Prefetto Vicario dott.ssa Maria Antonietta Cerniglia, invita dunque i soggetti interessati a presentare la propria manifestazione di interesse, utilizzando il modello “Allegato 1 – domanda di partecipazione”, compilato in ogni sua parte e corredato dal documento di riconoscimento del legale rappresentante. Le richieste di disponibilità dovranno, esclusivamente tramite Pec all’indirizzo protocollo.prefme@pec.interno.it entro e non oltre le ore 10.00 di venerdì 18 aprile. L'avviso completo e la domanda di partecipazione sono scaricabili dal sito internet della Prefettura. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.