Giovedì 19 Settembre 2019
Individuate 30 aree in tutto il comune. Le istanze vanno presentate entro il 29 febbraio


“Adotta un’aiuola”, a Furci i cittadini potranno curare il verde pubblico

di Andrea Rifatto | 15/01/2016 | ATTUALITÀ

1042 Lettori unici

L'area di Furci Verde

Scadrà il prossimo 29 febbraio il termine per la presentazione delle domande di partecipazione all’iniziativa “Adotta un’aiuola”, promossa dall’Amministrazione comunale di Furci Siculo per migliorare e incrementare il verde pubblico cittadino. Dopo l’approvazione dell’apposito Regolamento in Consiglio comunale nella seduta del 23 giugno 2014 e le direttive impartite dalla Giunta lo scorso 25 luglio, il responsabile dell’Area tecnica, arch. Claudio Crisafulli, ha pubblicato un avviso pubblico rivolto alla cittadinanza per l’invio in municipio delle richieste di adesione. L’iniziativa prevede la possibilità per aziende e privati cittadini di occuparsi della gestione di aiuole e spazi verdi in cambio di sponsorizzazioni gratuite e agevolazioni sulle imposte comunali. In particolare privati, enti ed associazioni, per il servizio reso alla collettività, potranno godere di sgravi sulla Tari (tassa rifiuti) nella misura che verrà stabilita dall’apposito regolamento comunale del tributo; le aziende potranno invece utilizzare gli spazi verdi per pubblicizzare la loro attività, tramite l’installazione di cartelli colorati, per la cui collocazione non è previsto il pagamento del relativo canone, che specifichino il nome della ditta che ha in gestione l’aiuola. Un modo per favorire lo spirito di collaborazione tra pubblico e privato e una possibilità in più per tenere ben curati gli angoli verdi di Furci, molto spesso trascurati dalla municipalità, a partire da Furci Verde, polmone cittadino che proprio oggi è stato ripulito dopo un lungo periodo di trascuratezza.

Gli spazi oggetto di affidamento, in totale circa 30, sono stati individuati dall’Amministrazione: il parco Furci Verde, le aiuole ubicate sul lungomare, due aree in piazza Grotte, due in piazza Calcare, due spazi in piazza Sant’Antonio, due in piazza Madonna delle Grazie e un’aiuola nella piazzetta di via Mimose. Altre zone potenzialmente gestibili dai privati e segnalate al Comune saranno eventualmente valutate da una commissione esaminatrice, composta da cinque consiglieri comunali (Raluca Sandra, Rosaria Ucchino, Martina Casablanca, Chiara Cocuccio e Sarah Vita), dall’assessore al Verde pubblico Alessandro Niosi, da due rappresentanti dei commercianti, di cui uno appartenente al Centro commerciale naturale “Bonarema”, e da un membro in rappresentanza dei cittadini. Le proposte di adozione, che verranno visionate dalla commissione giudicatrice, dovranno contenere una descrizione dell’intervento che si intende realizzare e una proposta progettuale, in forma grafica, di sistemazione, riqualificazione e valorizzazione dell’aiuola, qualora le dimensioni dell’area lo consentano. I contratti di affidamento a privati delle aree verdi furcesi avranno durata biennale, con diritto di prelazione dell’adottante nel caso di rinnovo. Le candidature dovranno essere consegnate all’Ufficio Protocollo del Comune entro le ore 12 del 29 febbraio, a mano, tramite raccomandata a.r. o pec all’indirizzo ufficiotecnico.furcisiculo@pec.it, utilizzando l’apposito modulo.

Scarica l'avviso pubblico e la domanda di partecipazione


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.