Mercoledì 20 Marzo 2019
In Consiglio comunale si sono insediati Giuseppe Fiumara e gli altri studenti


Alì, giurano baby sindaco e Consiglio: il "rivale" scelto come vicesindaco

13/03/2019 | ATTUALITÀ

407 Lettori unici

L'intervento di Fiumara dopo il giuramento

Un Consiglio Comunale aperto agli alunni, convocato dalla presidente Sabina D’Angelo, ha preso atto ieri ad Alì dell’elezione del baby sindaco, del vicesindaco e del Consiglio degli studenti. Un vero e proprio Consiglio comunale, ufficiale a tutti gli effetti, che ha sancito la costituzione di un organo parallelo, nato dall’esigenza di dare voce alle nuove generazioni, consentendo loro di partecipare concretamente alla vita del proprio paese e ad intervenire nelle scelte politico-amministrative, con senso di responsabilità. “Ognuno di noi ha il dovere di occuparsi del luogo in cui vive, rispettando il prossimo, curando l’ambiente senza deturparlo, fare in modo che il proprio paese progredisca socialmente, culturalmente ed economicamente – ha detto la presidente D’Angelo – anche quello di impegnarsi nell’amministrazione del proprio comune è un modo per mettersi a disposizione della società”. Alla presenza del sindaco e di tutti i consiglieri, gli eletti hanno prestato giuramento: ha iniziato il baby sindaco Giuseppe Fiumara, che subito dopo ha indossato la fascia tricolore. Accompagnato da un forte applauso, ha preso la parola per esporre il suo programma e ha concluso il discorso avanzando già da subito una richiesta: “Mi piacerebbe – ha detto – che la differenziata venga fatta anche in tutte le classi della scuola”. Gli altri eletti che hanno giurato sono Nicolò Raneri, candidato sindaco arrivato secondo e scelto da Fiumara come suo vice baby sindaco, Damiano Triolo, Simone Caso, Daniele Caso, Rachele Reale, Maria Andronaco, Alessandro Grioli, Alessia Cassisi, Michela D’Urso, Silvia Repici e Samuele Ferrante (consiglieri). 

Il progetto attuato nei mesi scorsi favorisce la collaborazione tra scuola e Comune e consente ai ragazzi di prendere coscienza dell’importanza della condivisione delle problematiche che investono tutta la comunità, al fine di chiarire il concetto di bene comune e di partecipazione attiva. Gli studenti hanno seguito in maniera composta e con attenzione i lavori dell’Assemblea civica, alla quale ha partecipato anche il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Alì Terme, Rosita Alberti, la quale nel suo intervento ha sottolineato l’importanza educativa della manifestazione, perché i giovani di oggi, potrebbero diventare gli amministratori di domani. “Una bella esperienza formativa che ha permesso ai ragazzi di confrontarsi con i coetanei innanzitutto, ma anche con gli adulti, per essere cittadini partecipi e attivi ed esercitare consapevolmente i propri diritti – ha commentato il sindaco di Alì, Natale Rao – sapendo che nella vita ci sono dei doveri da adempiere”. Sia la presidente D'Angelo che il sindaco Rao hanno ringraziato il vicesindaco e assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione, Roberto Roma, per aver portato avanti l'iniziativa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.