Giovedì 22 Agosto 2019
Firmato il decreto di finanziamento dopo l'istanza presentata dalla Parrocchia


Alì Terme, arriva mezzo milione per il restauro della vecchia chiesa di San Rocco

di Andrea Rifatto | 23/04/2019 | ATTUALITÀ

556 Lettori unici

La vecchia chiesa di San Rocco

Arriva mezzo milione di euro per la ristrutturazione della vecchia chiesa di San Rocco di Alì Terme. L’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità ha infatti emesso il decreto di finanziamento da 501mila 500 euro per i lavori di manutenzione e riparazione dell’edificio di culto che sorge sulla Statale 114, non più utilizzato a fini religiosi, così da riconvertirlo per scopi sociali e per la pubblica fruizione. I fondi giungono grazie al progetto presentato nel 2015 dalla Parrocchia San Rocco, retta da padre Vincenzo D'Arrigo, per accedere alle risorse messe a disposizione dalla Regione per interventi di riqualificazione urbana per ridare lustro a centri storici, monumenti caratteristici, luoghi di culto e strutture pubbliche. L’istanza venne ammessa in graduatoria nel 2016 e successivamente finanziata con i fondi del Patto per il Sud. Il Comune ha fornito un supporto all’iter, in quanto la Parrocchia non ha un Ufficio tecnico, nominando nel 2015 il geom. Aldo Barbera come responsabile unico del procedimento per tutte le procedure e fasi necessarie alla realizzazione del progetto, validato e trasmesso alla Regione lo scorso 26 novembre dopo gli ultimi aggiornamenti. L’elaborato, redatto dall'architetto Antonio Micalizzi di Alì Terme, prevede una spesa di 370mila 009 per lavori e 131mila 400 per somme a disposizione. Al progetto è stata allegata la dichiarazione di padre D'Arrigo con la quale si dichiara che le spese relative alle competenze tecniche per la progettazione e per lo studio geologico, comprensive dei relativi oneri dei lavori di manutenzione e riparazione della chiesa vecchia di S. Rocco, sono totalmente a carico della Parrocchia per cui nessun onere graverà a carico del bilancio comunale o della Regione. Il Comune di Alì Terme avrà adesso 180 giorni per l'espletamento della gara di appalto e consegna dei lavori all'impresa aggiudicataria, pena la revoca del finanziamento concesso.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.