Domenica 18 Agosto 2019
Lo ha comunicato la Soprintendenza. Il Comune posizionerà un nuovo simbolo del Fascio


Alì Terme. Nessun valore artistico per il fregio, ma sarà sostituito

di Redazione | 31/07/2015 | ATTUALITÀ

1043 Lettori unici

Piazza Nino Prestia

Il fregio littorio esistente sul prospetto sud della Scuola elementare di piazza Prestia ad Alì Terme, rimosso durante i lavori di manutenzione straordinaria dell’edificio, non aveva nessun valore artistico. Lo ha reso noto il Comune dopo la risposta arrivata dalla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina, investita della questione dal gruppo di minoranza, che segnalava come il fregio raffigurante il Fascio, dopo l’ultimazione degli interventi, non fosse stato più ricollocato al suo posto. I consiglieri Nino Melato (capogruppo), Laura Tringali, Teresa Vittiglio e Agata Di Blasi aveva anche presentato una interrogazione sull’argomento, temendo che il manufatto fosse finito in discarica. Secondo la Soprintendenza, invece, il fregio littorio aveva “solo un valore documentario come attestazione di un riferimento cronologico ma nessun valore artistico”. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Marino ha intenzione comunque di sostituire l’originale, già fortemente ammalorato e peraltro addossato a un parapetto irreversibilmente deteriorato a causa di possibile pericolo per la pubblica e privata incolumità nell’istituto scolastico, con un nuovo tondo raffigurante un fascio littorio, identico al precedente: soluzione su cui la Soprintendenza si è espressa favorevolmente.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.