Giovedì 22 Agosto 2019
Parere con alcune prescrizioni che dovranno essere integrate dal Comune


Alì Terme, via libera dalla Regione alla valutazione ambientale del Prg

di Andrea Rifatto | 21/03/2019 | ATTUALITÀ

368 Lettori unici

Il Prg è stato approvato dal commissario nel 2017

Via libera dall’Assessorato regionale Territorio e Ambiente alla procedura di valutazione ambientale strategica del Piano regolatore generale di Alì Terme. L’assessore Salvatore Cordato ha infatti firmato il decreto che esprime parere favorevole, con prescrizioni, dopo aver acquisito il parere della commissione tecnica specialistica per le autorizzazioni ambientali di competenza regionale. Lo strumento di pianificazione urbanistica della cittadina termale è stato adottato il 4 ottobre 2017 dal commissario ad acta inviato dalla Regione, in sostituzione del Consiglio comunale dichiaratosi incompatibile, e subito dopo sono state avviate le procedure per le autorizzazioni ambientali per il parere Vas. Adesso il Comune dovrà recepire le indicazioni e le prescrizioni e inserirle nella revisione del Prg, prima della presentazione per l’approvazione finale, inviando all’Assessorato una dichiarazione di sintesi in cui si illustra in che modo le considerazioni ambientali sono state inserite nel Piano regolatore. Gli indirizzi forniti dalla Regione vanno nella direzione della mitigazione e compensazione dei potenziali impatti ambientali e paesaggistici: garantire il contenimento dell’inquinamento luminoso e l’incremento del risparmio energetico, garantire il massimo inserimento ambientale e paesaggistico per ogni intervento di trasformazione edilizia, urbanistica e territoriale, garantire il contenimento dell’inquinamento acustico, privilegiando l’impiego di dispositivi atti all’insonorizzazione e all’isolamento acustico. Inoltre la nuova viabilità dovrà tenere in considerazione le reali esigenze strutturali in funzione delle nuove zonizzazioni al fine di evitare aree di congestione e garantire l’accessibilità alle zone urbanistiche di espansione e la fluidità del traffico veicolare.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.