Lunedì 27 Maggio 2019
Ripartiti dalla Protezione civile 300mila euro a fronte di richieste per 803mila


Alluvione settembre 2009, fondi per i danni a 10 Comuni jonici

di Andrea Rifatto | 18/01/2018 | ATTUALITÀ

1505 Lettori unici

A oltre otto anni dagli eventi calamitosi la Regione siciliana ha decretato l’assegnazione dei contributi a 10 Comuni jonici che hanno subito danni durante l’alluvione del settembre 2009, ossia Alì Terme, Castelmola, Furci, Gallodoro, Letojanni, Limina, Mandanici, Mongiuffi Melia, Roccafiorita e Taormina. Il Dipartimento regionale di Protezione civile, con un decreto a firma del dirigente generale Calogero Foti, ha infatti ripartito la somma di 300mila euro in favore di 10 amministrazioni locali, che hanno dovuto sostenere i costi per la riparazione dei danni subiti da edifici e infrastrutture e per ripulire strade e piazze invase da fango e detriti. Il Dipartimento, il 14 novembre scorso, aveva dato incarico ai Servizi provinciali di verificare quali fossero i Comuni che hanno avuto danni alluvionali nel proprio ambito territoriale e di provvedere a trasmettere eventuali atti di competenza, con allegata la documentazione di rito, secondo quanto previsto dalla Legge regionale 8/2017, che ha stanziato 300mila euro per i centri che hanno dimostrato di avere avuto danni. Le richieste giunte a Palermo da parte dei 10 Comuni jonici ammontavano complessivamente a 803mila euro e la Protezione civile ha quindi deciso di distribuire i contributi in maniera proporzionale alle risorse disponibili e in modo da garantire a ciascun Comune una quota pari al 29,77% di quanto richiesto. Taormina ottiene 68mila 883 euro a fronte dei 232mila 415 richiesti; Castelmola 8mila 650 (chiesti 29mila 061); Letojanni 85mila 875(288mila 500); Furci 24mila 432 (82mila 082); Limina 23mila 830 (80mila 060); Gallodoro 13mila 958 (46mila 892); Mandanici 4mila 647 (15mila 612); Mongiuffi Melia 7mila 292 (24mila 500); Alì Terme mille 055 (3mila 544); Roccafiorita 557 euro (mille 872). Il decreto ha stanziato anche 23mila euro per Alessandria Della Rocca (Ag) e 36mila per Erice (Tp). Le somme saranno liquidate a seguito della trasmissione della documentazione giustificativa della spesa e previo decreto di impegno in favore dei Comuni.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.