Sabato 24 Agosto 2019
Operazione della Polizia metropolitana: sanzione e obbligo di bonifica


Amianto e inerti all'abbazia di Casalvecchio, beccato un incivile di Furci

di Redazione | 28/02/2019 | ATTUALITÀ

936 Lettori unici

L'area sequestrata all'abbazia

Proseguono i controlli ambientali da parte della Polizia metropolitana. Nei giorni scorsi gli uomini ai comandi del colonnello Antonino Triolo, nell’ambito di un’operazione denominata“Salviamo i monumenti”, hanno individuato un’area nelle immediate vicinanze dell’abbazia dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò di Casalvecchio Siculo, uno dei gioielli storico-architettonici siciliani, dove erano stati stoccati illecitamente inerti di amianto e di altro genere. La Polizia metropolitana ha effettuato il sequestro dell’area ed è riuscita a risalire a colui che ha scaricato i rifiuti, un cittadino di Furci Siculo che è stato condannato ad una sanzione pecuniria di 600 euro e alla bonifica della zona. Il comandante Triolo ha annunciato che il territorio verrà sottoposto a monitoraggi continui allo scopo di identificare i responsabili di questi crimini ambientali.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.