Lunedì 27 Maggio 2019
Interventi di demolizione e ricostruzione finanziati nel 2017 dalla Regione


Antillo, appaltati i lavori per la riqualificazione del centro storico

di Andrea Rifatto | 20/09/2018 | ATTUALITÀ

1025 Lettori unici

Il centro storico di Antillo

Appaltati i lavori di riqualificazione del centro storico di Antillo, finanziati un anno fa dalla Regione siciliana con 725mila euro destinati all’intervento denominato “Demolizione e ricostruzione di immobili degradati e messa in sicurezza di spazio prospiciente la via Roma nel centro storico”. Ad eseguire le opere sarà l’associazione temporanea di impresa C.G.G. Srl (capogruppo) e A.L.B.A. Srl (mandante) di Paternò, che ha presentato un ribasso del 23,3244% per un importo offerto di 371mila 884 euro (oltre oneri sicurezza per 14mila 989 euro), per un importo contrattuale dell’appalto che ammonta quindi a 386mila 874 euro. La gara, espletata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa alla quale hanno partecipato 50 imprese, si è chiusa alla Centrale unica di committenza Tirreno Ecosviluppo 2000 con la proposta di aggiudicazione, trasmessa al responsabile unico del procedimento, il geometra Sebastiano Costa dell’Ufficio tecnico del Comune di Antillo, per l’aggiudicazione definitiva. Il progetto esecutivo, per una spesa di 500mila euro per lavori e 225mila per somme a disposizione, era statopresentato dall'Amministrazione del sindaco Davide Paratore dopo la pubblicazione di un bando, nell’aprile 2015, da parte dell’Assessorato regionale delle Infrastrutture per ridare lustro a centri storici, monumenti caratteristici, luoghi di culto e strutture pubbliche. Bando che inizialmente aveva a disposizione 18 milioni di euro, poi lievitati a 248 milioni grazie alle risorse del Patto per la Sicilia. L’intervento è stato ammesso tra quelli di recupero e rifunzionalizzazione finalizzati al miglioramento della qualità della vita e allo sviluppo sostenibile dei comuni, insieme ad altri 219 progetti finanziati con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 per un totale di 164 milioni di euro. Nello specifico è previsto il recupero di immobili vetusti e pericolanti del centro storico antillese, lasciati in abbandono, che costituiscono pericolo per i cittadini nonché causa di problemi di natura igienico-sanitaria.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.