Venerdì 24 Maggio 2019
Trasferiti gli 89 studenti delle scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria


Antillo, collasso strutturale del plesso scolastico: il sindaco ordina la chiusura

di Andrea Rifatto | 15/05/2019 | ATTUALITÀ

556 Lettori unici

Il plesso chiuso per rischio crollo

È stato il peggiore che ci si potesse aspettare l’esito delle indagini strutturali eseguite sul plesso scolastico di via dei Mille ad Antillo, che ospita le scuole dell’Infanzia, la Primaria "Crupi" e la Secondaria di primo grado "Smiroldo". Dallo studio per la valutazione della vulnerabilità sismica redatto dall’ingegnere Carmelo Aliberti di S. Teresa, a seguito delle prove eseguite l’8 febbraio scorso grazie ai fondi messi a disposizione dal Governo nazionale, è emerso che l’edificio è già soggetto a collasso e dunque il sindaco Davide Paratore si è visto costretto a chiuderlo urgentemente con ordinanza a partire da domani, venerdì 17. Gli 89 studenti delle tre sezioni si trasferiranno nel Centro di aggregazione di via Roma, edificio di nuova costruzione e dotato di tutti i requisiti antisismici, e già da lunedì dovrebbero riprendere le lezioni senza particolari intoppi. Nel documento redatto dall’ingegnere Aliberti, secondo le indicazioni previste dall’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 2003, la valutazione della vulnerabilità sismica mostra il collasso della struttura con elevati coefficienti per rischio sismico che sono appena accettabili per gli stati di operatività e inagibilità della struttura e che raggiungono valori limite (0,20) per gli stati di vita e di collasso indicando un rischio molto alto. Dunque il primo cittadino ha deciso di chiudere il plesso in via cautelativa per non mettere in pericolo l’incolumità della popolazione scolastica. “Abbiamo valutato anche con i tecnici del Ministero dell’Istruzione che la soluzione migliore è demolire e ricostruire l’immobile – spiega Paratore – perché procedere con la sua ristrutturazione non è conveniente economicamente. Abbiamo già un progetto da circa 2 milioni di euro e siamo in attesa di finanziamento, mentre un altro intervento da 495mila euro per il consolidamento dell'area di pertinenza dell’edificio è già stato finanziato”. I tempi non saranno quindi brevi e per gli studenti antillesi il Centro di aggregazione costituirà la nuova scuola per qualche anno.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.