Domenica 18 Agosto 2019
Rimessa in funzione dopo i danni causati dall'alluvione del 2015


Antillo, dopo l'alluvione riapre al pubblico la piscina comunale

di Redazione | 08/07/2016 | ATTUALITÀ

2059 Lettori unici

La piscina comunale di Antillo

Riaprirà domani, sabato 9 luglio, la piscina comunale di Antillo. L’impianto natatorio adiacente al polo sportivo comunale “Francesco Lo Giudice” in località Ferraro, uno dei pochi del comprensorio jonico, è frequentato ogni estate dai residenti ma anche da cittadini provenienti dai centri limitrofi, in cerca di relax e sollievo dalla calura estiva e sarà fruibile per un periodo di due mesi. L’apertura è stata fissata dal Comune per le ore 9 e il primo giorno sarà ad accesso libero. Fino all’11 settembre sarà possibile accedervi dalle ore 9 alle ore 19 (il 22 agosto, in occasione della festa patronale, orario ridotto fino alle 17) pagando un biglietto di ingresso secondo le tariffe fissate dall’Amministrazione comunale: 3,50 euro il biglietto intero e 2 euro ridotto per i ragazzi (fino ai 14 anni non compiuti), mentre i bambini fino a sei anni di età potranno accedere gratuitamente. È possibile anche acquistare delle tessere di abbonamento: ordinario 10 ingressi 25 euro, ridotto 10 ingressi 12 euro; abbonamento ordinario 30 ingressi 60 euro; abbonamento ridotto 30 ingressi 25 euro; abbonamento stagionale ordinario 100 euro; abbonamento stagionale ridotto 50 euro. Il noleggio del lettino con ombrellone avrà invece il costo giornaliero di 1,50 euro. Le tessere di abbonamento possono essere ritirate in municipio mentre i biglietti di ingresso a validità giornaliera sono acquistabili direttamente presso la biglietteria posta all’ingresso della piscina comunale. 

Durante l’alluvione che il 10 ottobre dello scorso anno ha colpito Antillo, la piscina è stata invasa da un’ondata di fango e detriti a causa della tracimazione del torrente Mancusa, che alimenta il torrente Antillo in località Ferraro, e di conseguenza ha riportato diversi danni. Nelle scorse settimane l’Amministrazione ha quindi stanziato 9mila 500 euro per provvedere alla rimozione del materiale detritico e alla manutenzione straordinaria dell’impianto: i lavori hanno riguardato la riverniciatura del fondo e delle pareti della vasca, la sostituzione dei corpi faro con lampade a led, la sostituzione delle flange delle bocchette e degli scarichi di fondo, la griglia in pvc, le scale in acciaio e la fornitura di una nuova pompa di emergenza. Agli interventi di pulitura e manutenzione hanno partecipato anche gli amministratori comunali, che si sono prodigati per giungere in tempi celeri alla riapertura della piscina. Anche per la stagione 2016, inoltre, è stato affidata ad un’associazione abilitata e specializzata nel settore la gestione della struttura e i relativi servizi di vigilanza, salvataggio, manutenzione e riscossione delle tariffe per conto del Comune, che ha impegnato la somma di 9mila 500 euro come contributo forfettario, considerando che le tariffe richieste all’utenza sono volte a scopi unicamente sociali. A carico dell’ente, invece, rimangono le spese di manutenzione straordinaria, la fornitura dell’acqua e dell’energia elettrica. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.