Sabato 16 Novembre 2019
Previsto un impianto con lampade led. L'intervento sarà finanziato con un mutuo


Antillo, via libera al progetto per la nuova illuminazione pubblica

di Andrea Rifatto | 27/10/2016 | ATTUALITÀ

1086 Lettori unici

La cittadina di Antillo avrà presto un nuovo impianto di illuminazione pubblica. La Giunta guidata dal sindaco Davide Paratore ha infatti approvato un progetto esecutivo relativo a lavori di efficientamento energetico e abbattimento delle emissioni di Co2 in atmosfera, che prevede il rifacimento dell’intera rete comunale. La decisione è stata assunta negli anni scorsi dall’Amministrazione in quanto l’attuale impianto di illuminazione è ormai obsoleto e necessita di un intervento radicale su tutto il territorio, in modo tale da ovviare allo stato di degrado in cui versa. Il Comune ha quindi valutato l’opportunità di rimuovere gli attuali corpi illuminanti procedendo all’installazione di nuovi pali con lampade a tecnologia led, così da ridurre allo stesso tempo i consumi energetici e i costi in bolletta. Il progetto è stato redatto dall’ing. Franz Oliva di Roccalumera, che ha ricevuto l’incarico dal sindaco Paratore nel maggio 2015 per la progettazione definitiva, esecutiva, la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, e prevede per il primo stralcio funzionale una spesa complessiva di 105mila euro, di cui 75mila 346 per lavori e 29mila 653 per somme a disposizione. Le risorse arriveranno dalla Cassa Depositi e Prestiti, ente con il quale il Comune di Antillo stipulerà un apposito mutuo. L’intervento era stato già inserito nel 2014 nel Piano triennale delle Opere pubbliche e responsabile unico del procedimento era stato individuato è il geom. Sebastiano Costa, responsabile dell’Area tecnica comunale, che nei giorni scorsi ha dato parere tecnico favorevole all’elaborato.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.