Martedì 22 Ottobre 2019
Anche Alì ha firmato la convenzione. Il servizio partirà dal 1° gennaio 2015


Aro Valle del Nisi, via libera dai quattro Comuni

di Gianluca Santisi | 02/07/2014 | ATTUALITÀ

1524 Lettori unici | Commenti 1

Raccolta porta a porta e differenziata al 65%

L'Aro “Valle del Nisi” è realtà. La convenzione istitutiva è stata firmata nel municipio di Fiumedinisi alla presenza dell'assessore Mariarita Muzio per il Comune di Alì Terme, e dei sindaci Pietro Fiumara (Alì), Giuseppe Di Tommaso (Nizza) e Alessandro Rasconà (Fiumedinisi). L'ambito di raccolta ottimale istituito dai quattro centri della vallata, probabilmente dall'inizio del prossimo anno, si occuperà della gestione dei rifiuti con l'obiettivo di ridurre progressivamente i costi e migliorare la qualità del servizio. Il Piano d'intervento era già stato approvato dal Dipartimento regionale delle Acque e dei Rifiuti ma tutto era stato rimesso in discussione dal sindaco di Alì, Pietro Fiumara, che aveva avanzato ai colleghi più di qualche dubbio sull'accordo. Ricevute le necessarie rassicurazioni, il primo cittadino aliese ha dato il proprio assenso, facendo ripartire l'iter. “I prossimi passi – ha spiegato il vicesindaco di Fiumedinisi, Giovanni De Luca – saranno l'approvazione del regolamento d'ambito in materia di igiene urbana, la concertazione con i sindacati e la pubblicazione del bando di gara per l'affidamento del servizio”. Secondo le prescrizioni fornite dalla Regione, i comuni sono tenuti al raggiungimento dell'obiettivo del 65% di raccolta differenziata e del 50% di recupero di materia entro il 31 dicembre 2015. L'Aro “Valle del Nisi” prevede l'avvio della raccolta porta a porta dei rifiuti e dell’attivazione di un centro di raccolta in ogni comune. Nella fasi iniziale e in quella transitoria non è prevista la differenziazione della frazione organica. Solo la successiva attivazione di un impianto di compostaggio distante dall’Aro non oltre 50 km segnerà il passaggio alla fase di regime e la differenziazione dell'umido. Il nuovo servizio dovrebbe essere attivato a partire dal 1° gennaio 2015.

Più informazioni: aro valle del nisi  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 02/07/2014 alle 14:56:02

La differenziazione dell'umido è già possibile, ed è più economico da gestire, sin dalla fornitura dei contenitori. È già attivo un impianto di compostaggio poco più distante di Motta S. Anastasia e per il minor costo di conferimento rispetto al "secco" si spende di meno. Che si parta col piede giusto!!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.