Martedì 22 Ottobre 2019
Fp Cgil e Uiltrasporti evidenziano il rischio stop al servizio e ritardi negli stipendi


Ato Me4 in grave crisi, appello ai sindaci: "Pronti a giornate di lotta per i lavoratori"

23/05/2019 | ATTUALITÀ

436 Lettori unici

L'Ato opera attualmente in 18 comuni

Rimane critica la situazione all’Ato Me4, operativa almeno fino al 31 maggio nei servizi di raccolta e smaltimento rifiuti in 18 comuni della zona jonica e della valle dell’Alcantara. Le federazioni sindacali Fp Cgil e Uiltrasporti denunciano come sia a rischio la continuità del servizio stesso, in un periodo molto delicato con l’approssimarsi della stagione estiva. “Mezzi ad attrezzature sono ai minimi termini, decine e decine di mezzi sono fuori uso e non possono essere riparati in quanto le officine convenzionate, stante il cospicuo credito vantato dall’Ato Me 4, non garantiscono più gli interventi – spiegano in una nota i segretari provinciali Carmelo Pino e Carmelo Barresi – i lavoratori sono a rischio pagamento stipendi, già sono sotto di una mensilità (aprile 2019 ) in quanto le casse della società pubblica sono in rosso acceso. Tale grave situazione rischia di implodere ancora di più tenuto conto che ad oggi, nonostante sia stata comunque garantita la continuità del servizio, circa 22 comuni devono all’Ato Me4 qualcosa come oltre 5 milioni e 200mila euro (a febbraio 2019)”. L’appello che le organizzazioni sindacali fanno ai sindaci di questi comuni è di farsi carico di alleviare questa gravosa situazione nell’interesse delle proprie comunità pagando qualche fattura e mettendo in condizione la società pubblica di potere rendere i servizi. I sindacati annunciano che tra qualche settimana avvieranno, da parte loro, le procedure di conciliazione e raffreddamento previste dalla normativa in materia di scioperi nei servizi pubblici essenziali in preparazione, eventualmente, di giornate di lotta a tutela del servizio dei lavoratori e della cittadinanza.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.