Domenica 15 Settembre 2019
Situazione di degrado e pericolo in prossimità del viadotto autostradale


Baracca nel torrente Savoca, il sindaco di Furci ordina lo sgombero

di Redazione | 24/03/2019 | ATTUALITÀ

1126 Lettori unici

La baracca nel torrente Savoca

Il sindaco di Furci Siculo, Matteo Francilia, ha firmato un’ordinanza per eliminare una situazione di degrado venutasi a creare sulla sponda sinistra del torrente Savoca, in prossimità del viadotto autostradale della Messina-Catania. La Polizia municipale ha infatti accertato nelle scorse settimane l’esistenza di una baracca fatiscente in legno, utilizzata come riparo da persone senza fissa dimora, oltre ad accumuli di suppellettili vari (tra cui anche bombole del gas) e sporcizia nell’area esterna, dove è stato perfino affisso un cartello che indica una proprietà privata. Il primo cittadino, al fine di eliminare il degrado e scongiurare pericoli igienico-sanitari, ha firmato un provvedimento d’urgenza incaricando una ditta di Acireale affinché provveda a rimuovere tutte le strutture e i materiali depositati nell’alveo del torrente, procedendo allo smaltimento degli scarti e al ripristino dello stato dei luoghi. La spesa necessaria allo sgombero ammonta a 1.800 euro. L’Ufficio tecnico comunale è stato incaricato di seguire i lavori. L’ordinanza è stata inviata anche al Prefetto di Messina, al Demanio fluviale, alla Polizia municipale e ai Carabinieri di S. Teresa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.