Lunedì 16 Dicembre 2019
Sbloccati pagamenti per 65 addetti. Scongiurato il blocco dei mezzi di raccolta


Boccata d’ossigeno per i lavoratori Ato Me4: saldata la tredicesima

di Andrea Rifatto | 01/03/2019 | ATTUALITÀ

568 Lettori unici

La protesta a Forza d'Agrò

Boccata d’ossigeno per i lavoratori dell’Ato Me4 che da alcune settimane sono in stato di agitazione per i ritardi da parte nella gestione commissariale nel pagamento degli stipendi. Ieri è stato versato il saldo della tredicesima del 2018, che era stata pagata solo con un acconto di 700 euro per ciascuno dei 65 addetti ai servizi rifiuti in carico all’Ato Me4. Il pagamento, per un totale di 38mila euro, è stato reso possibile grazie alla liquidità resasi disponibile a seguito del pagamento giunto dal Comune di Gaggi per i servizi ambientali resi. Somme che consentono ai lavoratori di patire in misura minore i disagi, esternati a gran voce durante la giornata di sciopero di giovedì scorso a Forza d’Agrò, con la presenza dei sindacati, quando sono state rappresentate le difficoltà ad andare avanti e a sostenere i costi anche per raggiungere il posto di lavoro, senza contare i problemi familiari, soprattutto per quei nuclei con un solo stipendio garantito dal lavoratore dell’Ato Me4. Entro la fine della prossima settimana potrebbero essere pagati gli stipendi di gennaio, visto che il Comune di Francavilla ha saldato una fattura da 52mila euro, mentre vi sono enti come ad esempio Roccalumera, che ha un debito di 277mila euro, che non versano somme da mesi. L’Ato Me4 confida nella nomina di nuovi commissari ad acta nei Comuni da parte della Regione, cosìcché si possano sbloccare nuovi pagamenti per ridurre il debito da circa 5 milioni di euro e consentire alla gestione commissariale di pagare stipendi, forniture, riparazione dei mezzi, carburanti e polizze assicurative. Il blocco della fornitura di gasolio, che era stato preannunciato per oggi, è stato scongiurato grazie al pagamento della fattura di dicembre al distributore ma il problema potrebbe ripresentarsi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.