Giovedì 19 Settembre 2019
Passaggio sbarrato sul Pagliara, come stabilito da sindaci, a veicoli e pedoni


Chiusa al transito la passerella sul torrente tra Furci e Roccalumera

di Redazione | 30/09/2017 | ATTUALITÀ

1883 Lettori unici

La passerella lato Furci

Chiusa al transito questa mattina la passerella sul torrente Pagliara, che collega i comuni di Furci Siculo e Roccalumera. Lo sbarramento della struttura al 30 settembre era previsto da un’ordinanza firmata lo scorso 8 giugno dai sindaci Sebastiano Foti e Gaetano Argiroffi. L’attraversamento era stato aperto a fine giugno in quanto nel periodo estivo “non vi era il rischio di precipitazioni piovose in grado di suscitare allarme”. I tecnici e gli agenti di Polizia municipale di entrambi gli Enti hanno provveduto a collocare le transenne su entrambi gli accessi della passerella, dove da oggi è vietato il transito veicolare e pedonale. Sulla passerella vige un’ordinanza di demolizione firmata dall'ingegnere capo del Genio civile in seguito all'ondata di maltempo del 9 e 10 ottobre 2015, quando il torrente Pagliara esondò sulla sponda furcese a causa dal rallentamento del normale flusso delle acque verso il mare provocato dalla presenza dell'infrastruttura, che costituisce un “tappo” che mette a rischio l’incolumità dei due centri abitati. L’opera, realizzata nel 2004 nel letto del torrente Pagliara per mantenere il collegamento durante i lavori di messa in sicurezza del ponte che sorge poco più a monte, sulla Statale 114, aveva carattere provvisorio e sarebbe dovuta essere rimossa una volta riaperta la Statale. Ultimati i lavori di consolidamento del ponte, l’Anas aveva però proposto ai sindaci dei due centri di prendere in gestione la passerella con l’obbligo di curarne la manutenzione e il 18 dicembre 2013, nel corso di un tavolo tecnico presso l’Assessorato regionale delle Infrastrutture, i due Comuni si sono impegnati alla corretta e puntuale manutenzione dell’opera, che fino a due anni fa è stata riaperta alla circolazione durante i mesi estivi, nel periodo 1 giugno-30 settembre, svolgendo una preziosa funzione di decongestionamento del traffico tra Furci e Roccalumera. I due sindaci hanno quindi deciso a giugno di assumersi le responsabilità civili e penali che comporta l’apertura, compreso il reiterarsi di un’inadempienza pregressa considerata l’esistenza dell'ordinanza di demolizione. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.