Martedì 19 Novembre 2019
Ampliata e riqualificata la struttura comunale. Riapertura prevista a fine anno


Completati i lavori all'asilo nido di S. Teresa: potrà ospitare fino a 46 bambini

di Andrea Rifatto | 02/11/2016 | ATTUALITÀ

1490 Lettori unici

L'asilo nido di via Fratelli Lo Schiavo

I piccoli frequentatori dell’asilo nido di S. Teresa di Riva avranno presto a disposizione una nuova e moderna struttura. Con un ritardo di quasi un anno rispetto al cronoprogramma, sono stati infatti completati i lavori i lavori di ampliamento e adeguamento funzionale e bioclimatico dell’edificio comunale di via Fratelli Lo Schiavo, dove il 27 luglio dello scorso anno hanno preso il via gli interventi affidati alla Edil Houses di Paternò, che si è aggiudicata l’appalto per un totale di 468mila euro, di cui 363mila per lavori e 101mila per somme a disposizione. Gli interventi sono stati finanziati dall’assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche sociali, che a marzo 2015 ha stanziato 526mila euro, a cui si è aggiunto un cofinanziamento comunale di 48mila euro, in seguito alla partecipazione a un bando regionale coperto con fondi europei formalizzata nel 2009. Grazie alla costruzione di due nuovi corpi di fabbrica è stata aumentata la superficie utile, passata da 385 a 460 metri quadri, si è intervenuto con l’installazione di nuovi infissi, la coibentazione del solaio di copertura, la posa di una nuova pavimentazione, la realizzazione di un impianto di climatizzazione, la tinteggiatura di tutti i locali e la realizzazione di una tettoia frangisole a protezione dell’ingresso, mentre all’esterno sono stati installati dei giochi. La consegna del nuovo asilo nido era prevista per dicembre 2015 ma i tempi sono slittati perché in corso d’opera sono sorte problematiche che hanno reso necessaria una variante. Lo scorso luglio, inoltre, l’Amministrazione ha deciso di effettuare interventi di manutenzione e sistemazione di alcuni bagni, non previsti in progetto, stanziando altri 32mila euro.

“Per riaprire l’asilo mancano gli arredi e i giochi interni – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione e Servizi sociali, Annalisa Miano – e contiamo di inaugurare la nuova struttura, che abbiamo intitolato a Maria Montessori, prima di Natale o al massimo durante le festività, così da consentire ai bambini di tornare a fine anno in locali spaziosi e accoglienti”. Grazie all’ampliamento, l’asilo potrà ospitare 46 utenti rispetto ai 36 attuali e per la gestione triennale il Comune ha ottenuto un contributo regionale di 75mila euro. Attualmente il nido è attivo nel Palazzo della Cultura nei locali della biblioteca comunale, chiusa da oltre un anno. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.