Martedì 22 Ottobre 2019
Stanziati i fondi per la manutenzione straordinaria: interventi nelle prossime settimane


Corridoi ecologici Agrò, finalmente addio ad erbacce e rifiuti

di Andrea Rifatto | 25/06/2015 | ATTUALITÀ

1325 Lettori unici

Il percorso ecologico invaso da erbacce e rifiuti

Sarà questione di poche settimane e i corridoi ecologici esistenti lungo le sponde del torrente Agrò saranno finalmente interessati da un intervento di manutenzione straordinaria. L’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, presieduta da Domenico Prestipino, ha infatti stanziato poco più di 16mila euro per avviare i lavori di scerbatura del percorso che attraversa i comuni di S. Teresa di Riva, Sant’Alessio Siculo, Savoca, Forza d’Agrò, Casalvecchio Siculo, Limina e Antillo. Un tracciato in stato di abbandono da oltre un anno, sommerso da rifiuti ed erbacce che con l’arrivo della stagione estiva aumentano notevolmente il rischio di incendi, possibile causa di distruzione dei manufatti in legno che abbelliscono, o almeno questa era l’idea iniziale, la struttura. Un’opera inaugurata nel 2008 e mai entrata pienamente in funzione, come documentammo già nel 2013: tra anfiteatri in abbandono, laghetti artificiali senza acqua, ponti in legno degradati e piste in asfalto ecologico sconnesse, oggi la situazione che si presenta agli occhi dei fruitori dei corridoi non è certamente delle migliori. Negli anni le amministrazioni dei comuni su cui ricade il parco ecologico non sono riuscite a trovare un accordo per la gestione e la manutenzione periodica del bene, divenuto spesso preda di vandali e incivili che ne hanno approfittato per distruggere panchine e staccionate o realizzare mini discariche Al momento l’unico tratto ripulito da sterpaglie e rovi è quello di competenza del comune di S. Teresa di Riva, nella parte iniziale sulla sponda sinistra dell’Agrò, da piazza Mercato al torrente Botte, dove gli operai comunali sono intervenuti nei giorni scorsi. Il resto è in totale abbandono. L’Unione dei Comuni ha deciso così di procedere ad acquisire manifestazioni di interesse per la scerbatura straordinaria, per un importo a base d’asta di 16mila 364 euro oltre Iva. L’appalto verrà affidato con il criterio del prezzo più basso mediante ribasso sull’importo a base d’asta: le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro le ore 12 del 29 giugno: qualora siano in numero superiore a cinque si procederà per sorteggio. I lavori prenderanno dunque il via nel mese di luglio, ad estate già inoltrata. 

Più informazioni: percorso ecologico agrò  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.