Lunedì 20 Gennaio 2020
Confermato il verdetto di primo grado e appello nella querelle sollevata da Nino Bianca


Di Cara resta sindaco di Forza d’Agrò: la Cassazione rigetta il ricorso sulla decadenza

di Andrea Rifatto | 06/06/2016 | ATTUALITÀ

2097 Lettori unici

Fabio Di Cara è stato riconfermato nel 2014

La Corte di Cassazione ha scritto la parola fine: Fabio Di Cara rimane sindaco di Forza d’Agrò. Nell’ultimo grado di giudizio è stato infatti respinto il ricorso presentato dall’ex capogruppo di minoranza, Nino Bianca, con il quale si sosteneva l’incompatibilità del primo cittadino forzese, rieletto per il secondo mandato nel 2014, con il fratello Emanuele, capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale. Tesi che era già stata bocciata sia in primo grado a marzo 2015 che in appello nel novembre dello stesso anno dai giudici del Tribunale di Messina. Bianca aveva quindi deciso di proseguire fino in Cassazione e a dicembre aveva presentato un altro ricorso contro la sentenza di secondo grado, nel quale l'avv. Antonio Saitta, suo legale, aveva ribadito come secondo la legge non possono far parte della giunta il coniuge, gli ascendenti ed i discendenti, i parenti e gli affini sino al secondo grado, del sindaco, di altro componente della giunta e dei consiglieri comunali, sostenendo come la normativa preveda che il sindaco sia un componente della giunta. Secondo Saitta, dunque, i giudici peloritani hanno male applicato le norme regolatrici della materia violandole nel loro significato letterale e sostanziale. Tesi evidentemente non condivisa dalla Suprema Corte, che il 3 maggio scorso ha discusso il ricorso nell'udienza nella quale il procuratore generale ha chiesto la conferma dei verdetto d'appello. La Corte di Cassazione conferma la legittimità del sindaco e condanna Bianca a pagare 11mila euro di spese che si aggiungono ai 10mila 500 euro dell'appello - il commento a caldo di Di Cara -: ringrazio gli avvocati Antonino Gazzara e Salvatore Gentile". Il sindaco ha attaccato Bianca accusandolo di non avere credito politico tra i forzesi nè capacità amministrative e ha annunciato che presto farà affiggere un manifesto in paese sulla vicenda.

Più informazioni: ricorso elezioni forza d'agrò  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.