Venerdì 18 Ottobre 2019
Piano del Ministero dell'Ambiente. In provincia 8 interventi sui 12 in Sicilia


Dissesto idrogeologico, 13,5 milioni per il Messinese: 3,750 a Roccalumera

di Andrea Rifatto | 04/07/2019 | ATTUALITÀ

514 Lettori unici

Il letto del torrente Allume

Il governo nazionale ha stanziato oltre 315 milioni di euro per finanziare progetti esecutivi di tutela del territorio dal dissesto idrogeologico. Il Piano stralcio firmato dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa prevede investimenti in Sicilia per un totale di 20 milioni 771mila 963 euro per un totale di 12 interventi, di cui otto per un totale di 13 milioni 545 nel Messinese. In soli tre mesi, dal Dpcm 20 febbraio 2019, sono stati individuati gli interventi in tutte le regioni e impegnati i fondi del 2019. “Una velocizzazione consistente se consideriamo che negli anni passati si impiegavano anche due anni per ottenere lo stesso risultato” commenta Costa. La lettera firmata dal ministro individua gli interventi per liste regionali, garantendo l’avvio di una spesa complessiva di oltre 315 milioni già a partire da quest’anno.“Abbiamo quindi impresso una fortissima accelerazione – ha aggiunto Costa – e grazie alla proficua collaborazione con i Commissari per l’emergenza, i Commissari per il dissesto e le Autorità di bacino distrettuali in soli tre mesi abbiamo stabilito il dettaglio degli interventi più urgenti, che partiranno già quest’anno”. Sono in totale 263 gli interventi, tutti caratterizzati da urgenza e indifferibilità. “Si tratta – ha concluso il Ministro - delle azioni che regioni e province autonome hanno ritenuto necessarie per la sicurezza della popolazione e del territorio”. “Ancora molto da fare, ma nel contrasto al dissesto idrogeologico il governo dimostra di essere sulla strada giusta”. Lo afferma il deputato M5S alla Camera, Antonio Lombardo, a commento del Piano stralcio firmato dal ministro Costa. “Certo – afferma Lombardo – questa non è la soluzione definitiva al problema, ma  le aree individuate dal piano in Sicilia rappresentano la plastica dimostrazione della concretezza dell’esecutivo nel contrastare un fenomeno purtroppo molto diffuso nella nostra isola”.

 

Gli interventi finanziati in provincia di Messina

- Roccalumera: lavori di recupero delle fiumare di Allume e Sciglio, bonifica dei margini, completamento – 3 milioni 750mila euro (bando di gara in tre mesi)

- Castroreale: completamento consolidamento frazione Bafia – 1 milione 300mila euro (bando di gara in due mesi)

- San Fratello: consolidamento, risanamento e recupero vie Normanni, quartiere Porta Sottana, Lavanche, Buviano e parte sottostante quartiere San Nicola – 4 milioni 100mila euro (bando di gara in sei mesi)

- S. Lucia del Mela: consolidamento ed eliminazione rischio idrogeologico contrada Curatola – 1 milione 520mila euro (bando di gara in tre mesi)

- S. Lucia del Mela: consolidamento e mitigazione rischio idrogeologico via Palombello – 1 milione 250mila euro (bando di gara in due mesi)

- Messina: opere di consolidamento versante meridionale Bordonaro – 850mila euro (bando di gara in otto mesi)

- Librizzi: opere consolidamento centro abitato – 150mila euro - (bando di gara in sei mesi)

- Naso: lavori di consolidamento contrada Maina – 625mila euro (bando di gara in un mese)


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.