Martedì 23 Aprile 2019
Martedì 25 conferenza di servizi dei dieci comuni dell'Area omogenea distrettuale n. 2


Distretto Sanitario 26: a Pagliara incontro per il Piano di Zona

di Sikily News | 20/03/2014 | ATTUALITÀ

1431 Lettori unici

Il municipio di Pagliara

I comuni facenti parte dell'Area omogenea distrettuale n. 2 (Aod) del Distretto socio-sanitario n. 26 terranno una conferenza dei servizi martedì 25 marzo alle ore 10 per avviare il percorso di stesura del Piano di Zona 2013-2015. L’incontro si terrà nell’aula consiliare del Comune di Pagliara, ente capofila dell’Aod n. 2, di cui fanno parte i comuni di Furci Siculo, Roccalumera, Nizza di Sicilia, Mandanici, Fiumedinisi, Alì, Alì Terme, Itala e Scaletta Zanclea.
All'incontro sono invitati tutti i cittadini, gli operatori dei servizi, le rappresentative sociali e sindacali, le associazioni, le Onlus, gli organismi di cooperazione e gli Enti di promozione sociale, le scuole, le parrocchie, gli enti assistenziali, gli enti terzi e gli organismi operanti nel settore della programmazione, organizzazione e gestione del sistema integrato degli interventi e servizi sociali.
Il programma dei lavori prevede la presentazione delle linee guida per la redazione del Piano di Zona 2013/2015; la presentazione del calendario per la concertazione ed il dialogo con le parti sociali ed avvio dei Tavoli Tematici e la raccolta di proposte per la nuova programmazione del Piano di Zona 2013/2015.

Il Piano di Zona, strumento utile per stabilire i bisogni prioritari delle comunità, contiene informazioni sulle varie aree tematiche di riferimento (disabilità, immigrazione, povertà, salute, dipendenze, anziani) raccolte al fine di progettare le azioni necessarie per rispondere a tutte le esigenze e adottare le giuste politiche per raggiungere gli obiettivi strategici prefissati dal piano stesso. Obiettivo fondamentale del Piano è il potenziamento dell’offerta complessiva dei servizi, che devono garantire il raggiungimento dei Livelli essenziali di assistenza (Liveas) in tutto il territorio distrettuale: si basa sulla sinergia dei diversi attori sociali coinvolti nella sua stesura con particolare riferimento all’integrazione fra i servizi sociali gestiti dai comuni e i servizi Asp del distretto Sanitario e dell’offerta pubblica con quella messa in campo dal privato sociale radicato sul territorio. Il luogo di sintesi operativa di tali collaborazioni è individuato nel Gruppo ristretto del Gruppo Piano, formato dai rappresentanti dei Comuni, dell’Asp e del privato sociale.

Il Distretto socio-sanitario n. 26 è costituito da 3 Aree omogenee distrettuali: l’Area 1 con capofila il Comune di Villafranca Tirrena, di cui fanno parte i comuni di Saponara e Rometta; l’Aod n. 2 con Pagliara capofila e componenti i comuni di Furci Siculo, Roccalumera, Nizza di Sicilia, Mandanici, Fiumedinisi, Alì, Alì Terme, Itala e Scaletta Zanclea; l’Area Omogenea Distrettuale 3 composta dal Comune di Messina con il ruolo di capofila. Le tre aree sono state istituite con decreto firmato lo scorso 21 febbraio dal dirigente generale dell’assessorato della Famiglia delle politiche sociali e del Lavoro.

 

 

Più informazioni: pagliara  distretto sanitario 26  area omogenea distrettuale 2  piano di zona  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.