Giovedì 22 Agosto 2019
Inserite in graduatoria le istanze di 10 comuni. Cinque milioni a S. Teresa di Riva


Edilizia scolastica, 12 milioni per la riviera jonica

di Andrea Rifatto | 27/11/2014 | ATTUALITÀ

2276 Lettori unici

Interventi di nuova costruzione e manutenzione straordinaria

Buone notizie per gli studenti della riviera jonica messinese. L’assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale ha infatti pubblicato le graduatorie provvisorie delle istanze ammissibili a finanziamento nell’ambito dell’Avviso pubblico "Interventi per l’edilizia scolastica-Delibera Cipe 94/2012", che ha stanziato per la Sicilia 34 milioni 500mila euro, provenienti dalle risorse residue del Fondo per la Sviluppo e la Coesione 2007-2013, per la realizzazione di nuovi edifici scolastici e la manutenzione di quelli esistenti. Alla scadenza del bando, fissata per il 31 marzo scorso, sono pervenute alla Regione 491 istanze di finanziamento: diverse di queste sono state inoltrate dalle amministrazioni dei comuni jonici. Il Servizio “Interventi per l’Edilizia scolastica ed universitaria-Gestione anagrafe dell’edilizia scolastica” del Dipartimento Istruzione e Formazione professionale ha trasmesso il 5 agosto la relazione finale con gli esiti delle istruttorie, predisponendo tre graduatorie: Elenco A (istanze ammesse alla successiva valutazione di cui alla tipologia di intervento 4.1 dell’Avviso Cipe 94/2012); Elenco B (istanze ammesse alla successiva valutazione di cui alla tipologia di intervento 4.2); Elenco C (istanze ammesse alla successiva valutazione di cui alla tipologia di intervento 4.3); Elenco D (istanze non ammesse).
In dettaglio gli interventi che saranno finanziati saranno quelli relativi a: 4.1 – costruzione, demolizione e ricostruzione e completamento di edifici scolastici, in particolare al fine di eliminare le locazioni a carattere oneroso, i doppi turni di frequenza scolastica e l’utilizzazione impropria di stabili che non siano riadattabili; 4.2 – ristrutturazioni e manutenzioni straordinarie dirette ad adeguare gli edifici scolastici alle norme vigenti in materia di agibilità, sicurezza delle strutture e degli impianti, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche; 4.3 – realizzazione, ristrutturazione e manutenzione straordinaria di impianti sportivi di base o polivalenti annessi ad edifici scolastici, purché gli stessi siano a norma. Le graduatorie sono al momento provvisorie: eventuali osservazioni potranno essere presentate al Dipartimento regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale entro 15 giorni dalla loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.

Istanze ammesse a finanziamento capitolo 4.1
Istanze ammesse a finanziamento capitolo 4.2
Istanze ammesse a finanziamento capitolo 4.3

Gli interventi ammessi a finanziamento nella riviera jonica messinese: nel capitolo 4.1 troviamo solo tre progetti (S. Teresa di Riva, Furci Siculo e Alì Terme), mentre tutti gli altri comuni hanno presentato istanze sul capitolo 4.2. Nessuna domanda dai centri jonici, invece, sul capitolo 4.3.


S. Teresa di Riva

Capitolo 4.1 – Al sesto posto con 55 punti il progetto per la “Costruzione di un edificio scolastico da adibire a Liceo scientifico ‘C. Caminiti’, stralcio funzionale aule, laboratori e uffici” per un costo complessivo di 6,3 milioni di euro: la richiesta di finanziamento era di 4 milioni, ma la Regione ha ammesso la somma di 3.645.643,70 euro. L'istanza potrà essere finanziata tramite eventuali economie derivanti dalle differenze fra la somma assegnata e quella utilizzata per ciascuna delle tre tipologie previste. La progettazione è già a livello esecutivo e il rapporto costo/numero degli alunni è pari a 8.571,43 euro. 

Capitolo 4.2 – Su 164 istanze presentate in tutta l'Isola nel capitolo 4.2, al primo posto con 75,84 punti troviamo il “Progetto per lavori di ristrutturazione, manutenzione straordinaria, adeguamento alla normativa vigente in materia di agibilità, di sicurezza delle strutture, degli impianti, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche della scuola media ‘L. Petri’, il cui costo totale dell’intervento è di 1.895.000 euro. La richiesta di finanziamento presentata dal Comune è di 1,5 milioni ed è stata ammessa per l’intero importo. La progettazione è già a livello esecutivo e il rapporto costo/numero degli alunni è pari a 8.422,22 euro. 

Furci Siculo 
Capitolo 4.1 – Al tredicesimo posto con 35 punti si piazza il progetto per “Lavori di ristrutturazione e ampliamento della scuola materna di Grotte”, il cui costo interamente finanziato è pari è pari 1.460.109,51 euro. La progettazione è già a livello esecutivo e il rapporto costo/numero degli alunni è pari a 29.202,19 euro.
Capitolo 4.2 – Inserito in graduatoria (119esimo posto, 25 punti) un intervento da 500mila euro per “Lavori di ristrutturazione e riqualificazione della scuola materna”: progettazione esecutiva con un rapporto costo/numero degli alunni è pari a 6.578,95 euro.

Alì Terme capitolo 4.1Il “Progetto preliminare dei lavori di costruzione e ampliamento di due sezioni della scuola materna” ha ottenuto 25 punti classificandosi al 23esimo posto in graduatoria: il costo complessivo dell’intervento, così come l’importo ammissibile a finanziamento, è di 700mila euro, con un rapporto costo/numero degli alunni di 16mila euro.

Taormina – Undicesima posizione con 51,71 punti per il progetto presentato dal Comune di Taormina inerente “Adeguamento dei sistemi di sicurezza delle scuole di Taormina centro, Mazzeo e Trappitello. Progetto di ristrutturazione, manutenzione straordinaria, adeguamento alla normativa vigente in materia di agibilità, di sicurezza delle strutture, degli impianti, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche nel plesso scolastico ‘Vittorino Da Feltre’ sito in via Cappuccini”. L’intervento ha un costo stimato di 1. 795.000 euro, mentre la richiesta di finanziamento ammessa è di 1.495.000 euro. La progettazione è a livello esecutivo e il rapporto costo/numero degli alunni è pari a 7.479,17 euro.

Letojanni – Giudicato ammissibile (50esimo posto con 37 punti) il “Progetto esecutivo di completamento dei lavori di ristrutturazione e adeguamento della scuola “O. Biondo” alle norme vigenti in materia di agibilità di sicurezza delle strutture, degli impianti, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche” per costo totale di 800mila euro: 784mila l’importo ammesso a finanziamento. Progettazione già esecutiva con un rapporto costo/numero degli alunni è pari a 2.909.09 euro.

Mongiuffi Melia – Ammissibile per l’intero importo (435mila euro) il progetto relativo a “Lavori di ristrutturazione e manutenzione straordinaria diretti ad adeguare l’edificio scolastico di Melia alle norme vigenti in materia di agibilità di sicurezza delle strutture, degli impianti, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche”: l’istanza si è classificata al 73esimo posto in graduatoria con 35 punti. Progettazione esecutiva con un rapporto costo/numero degli alunni è pari a 9.666,67 euro.

Nizza di Sicilia – Scuola media “V. Alfieri”: ammissibile per la somma di 1.486.228, 79 (costo complessivo intervento) il progetto di “Recupero e ristrutturazione degli edifici esistenti e lavori di completamento”, classificatosi in 100esima posizione con 30 punti L’opera ha un costo/numero degli alunni pari a 14.154,56 euro.

Antillo – Ammesso a finanziamento per l’intero importo, pari a 312.099,53 euro, il progetto per “Lavori di adeguamento alle norme di igiene e sicurezza e di abbattimento delle barriere architettoniche della scuola media Carlo Smiroldo”: l’intervento, per il quale esiste già un elaborato esecutivo, ha ottenuto 15 punti classificandosi al 142esimo posto. Il rapporto costo/numero degli alunni è di 3.429,67 euro.

Gallodoro – Il Comune aveva presentato alla Regione un progetto di “Riqualificazione e adeguamento impianti della scuola elementare” per una spesa di 385mila euro, dichiarato adesso ammissibile (157esimo posto con 35,01 punti). L’intervento è però già stato finanziato dal Governo nazionale nel’ambito del piano “Scuole sicure”.

Castelmola – Ammesso per l’intera somma necessaria (500mila euro) il progetto di “Manutenzione straordinaria del plesso scolastico elementare e materna in località Giardina”. L’istanza ha ottenuto 30 punti (163esima posizione) ma buona parte delle lavorazioni previste dall’intervento sono già comprese nel progetto presentato nell’ambito del piano nazionale “Scuole sicure”.

Istanze non ammesse e motivazioni

Istanze non ammesse nella riviera jonica

- Alì: plesso scolastico “Papa Giovanni XXIII” - contrada S. Caterina
- Fiumedinisi: scuola elementare “S. Domenico Savio” 
- Gallodoro: scuola elementare comunale - contrada Gonia
- Giardini Naxos: scuola primaria "C. Collodi" contrada Palio e palestra scuola media "Capuana"
- Letojanni: scuola materna via Messina e I.c. "Ottorino Biondo"
- Sant’Alessio Siculo: plesso scolastico "A. Gussio" 
- Savoca: polo scolastico Rina
- Scaletta Zanclea: scuola elementare "Beata Eustochia"
- Taormina: scuola "Santa Filomena" - Trappitello

Più informazioni: edilizia scolastica in sicilia  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.