Lunedì 19 Agosto 2019
De Luca opta per la tolleranza. Potenziati i servizi sull'arenile letojannese


Falò di Ferragosto: via libera a S. Teresa, a Letojanni rimane il divieto

di Andrea Rifatto | 14/08/2015 | ATTUALITÀ

2090 Lettori unici

I tradizionali falò in spiaggia

Come ogni anno torna in auge la tradizione dell’accensione dei falò in spiaggia durante la notte di Ferragosto e sul litorale jonico sono diversi i comuni interessati da tale fenomeno. La Capitaneria di Porto di Messina ha inviato nei giorni scorsi una nota, firmata dal capitano di vascello Antonio Samiani, invitando le singole amministrazioni locali, "in considerazione dell'enorme difficoltà a debellare il fenomeno, a valutare l’opportunità di adottare adeguati provvedimenti volti alla disciplina o al contenimento", suggerendo la possibilità di individuare sugli arenili apposite aree da destinare ai falò e ricordando comunque l’importanza di provvedere successivamente alla pulizia e alla sistemazione delle spiagge attraverso la rimozione di rifiuti e braci ardenti abbandonati. Libertà ai comuni, dunque, di adottare i provvedimenti che si ritengono più opportuni.

A S. Teresa di Riva il sindaco Cateno De Luca ha deciso di non vietare i falò in spiaggia, contrariamente a quanto avvenuto lo scorso anno, non firmando alcuna ordinanza né invitando cittadini e vacanzieri a non accendere i tradizionali fuochi: “Quest’anno il fenomeno sarà tollerato – spiega il sindaco – anzi farò personalmente un giro in spiaggia per partecipare al divertimento”. Scelta che a qualcuno è parsa contraddittoria dopo la tolleranza zero adottata sugli ombrelloni: “Perché in questo caso non vengono rispettate le norme che vietano l’accensione di fuochi in spiaggia?” – si chiede un residente. Si spera comunque che prevalga il buon senso e che non sorgano pericoli per i bagnanti. La pulizia straordinaria della spiaggia partità alle 5 di sabato 15. In merito alla fruibilità dell’arenile molti segnalano invece come negli ultimi giorni le rampe di accesso realizzate con le mattonelle in cemento siano state danneggiate dalla pioggia e dai rivoli di acqua che hanno solcato l’arenile.

A Letojanni il sindaco Alessandro Costa non ha emesso un’ordinanza specifica ma rimane il divieto generico di accendere falò in spiaggia e montare tende. Come ogni anno il Comune ha predisposto il "Piano per Ferragosto", distribuendo volantini per informare residenti e villeggianti sulle iniziative adottate per mantenere il decoro dell’arenile e del lungomare. L’amministrazione comunale ha potenziato i servizi puntando soprattutto sul rispetto dell'ambiente, senza voler scoraggiare i più giovani ad invadere il litorale letojannese ma prodigandosi per accoglierli nel migliore dei modi. Sulla spiaggia sono stati collocati i cestini per la raccolta dei rifiuti, sono attive le docce a pagamento e fino al 16 agosto saranno presenti lungo tutto il lungomare 10 bagni ecologici gratuiti. La pulizia della spiaggia partirà già durante la notte, in modo tale che alle 9 di sabato 15 sia totalmente pulita, come avvenuto lo scorso anno.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.