Venerdì 18 Ottobre 2019
Percorso avviato dall'associazione Dispari Onlus. Primo incontro svolto a S. Teresa


Farmaci salvavita, apertura sulla somministrazione nelle scuole joniche

di Redazione | 03/02/2018 | ATTUALITÀ

713 Lettori unici

La presidente Natalina Polmo

Dopo tante lotte nei vari istituti scolastici del comprensorio, l’associazione “Dispari Onlus” di S. Teresa di Riva, di cui fanno parte genitori e familiari di persone diversamente abili, vede finalmente segnali di apertura per la somministrazione nelle scuole di farmaci salvavita, ossia medicinali indispensabile per determinate forme morbose o in particolari stati di emergenza, ad esempio l’insulina per i diabetici  o gli antidoti specifici per avvelenamenti acuti. Dopo un primo incontro che si è tenuto all’Istituto di istruzione superiore “Caminiti-Trimarchi”, grazie alla collaborazione del dottor Salvadore Soraci, che si è prestato a fornire informazioni su come somministrare i farmaci e i dettagli di legge che regolano la materia, si è aperto un percorso che l’associazione, presieduta da Natalina Polmo, intende portare avanti.  Tutto ciò costituisce il punto di partenza per iniziare un’attività di corretta informazione e formazione al corpo docenti e a tutti i collaboratori degli istituti scolastici della zona jonica, concetto che il dottor Soraci ha puntualizzato vista l’importanza che può avere un farmaco come l’adrenalina istantanea per salvare la vita di chi ha un attacco di allergia e ha i minuti contati. “Sorge inoltre l’esigenza che i dirigenti scolastici e le Aziende sanitarie provinciali di competenza, con la partecipazione del medico della medicina scolastica in carica, portino a conoscenza dei docenti e dei collaboratori quali sono le responsabilità per poter somministrare il farmaco – spiega Natalina Polmo – e le responsabilità qualora si decida di non far somministrare un farmaco salvavita”. La presidente della “Dispari Onlus” ha ringraziato la dirigente scolastica del “Caminiti-Trimarchi”, Carmela Maria Lipari, il suo vicepreside Carmelo Ucchino, la professoressa Caterina Gioffrè e tutti i docenti che hanno collaborato al primo incontro, pronti ad affrontare in sinergia una causa così importante. “Posso dirmi contenta e fiduciosa del risultato ottenuto con l’impegno del dottore Salvadore Soraci, con cui abbiamo stabilito di comune accordo di proseguire con altri incontri che permetteranno di diffondere maggiori informazioni su un tema così importante”. L’associazione ‘Dispari Onlus’ auspica un sempre maggior impegno dalle istituzioni preposte per l’organizzazione dei protocolli previsti dalla vigente legislazione – conclude Polmo – per una maggiore tutela della vita umana nelle nostre scuole”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.