Giovedì 14 Novembre 2019
In migliaia hanno reso omaggio alla Patrona della cittadina jonica


S. Teresa. Festeggiata la Madonna del Carmelo

di Giancarlo Trimarchi | 17/07/2013 | ATTUALITÀ

4510 Lettori unici

(Foto Francesco Gaberscek)

Si sono conclusi ieri a Santa Teresa di Riva i festeggiamenti in onore di Maria SS. del Carmelo, Patrona del paese a cui l'intera comunità dei fedeli è legata da un profondo attaccamento e devozione. Il tanto atteso giorno di festa, preceduto dal palio cittadino e dalle novene, ha rappresentato per tutta la cittadinanza un momento di partecipazione collettiva ad una ricorrenza che anno dopo anno ha contribuito alla costruzione della dignità storico-culturale di una realtà sociale intraprendente e dinamica. Nel corso della mattinata si sono susseguite a partire dalle ore 6 nel Santuario Madonna del Carmelo diverse celebrazioni eucaristiche a cui ha preso parte un gran numero di fedeli provenienti non solo da Santa Teresa, ma anche da altri paesi della riviera jonica a dimostrazione dell'importanza che tale festa ha nell'ambito delle manifestazioni religiose organizzate nel nostro hinterland. Il gruppo bandistico "Vincenzo Bellini" di Santa Teresa di Riva, diretto dal maestro Carmelo Garufi, ha accompagnato e scandito i vari momenti di festa durante tutta la giornata: dopo essersi riuniti alle ore 8 presso l'icona Madonna del Carmelo di Sparagonà, i musicisti hanno percorso l'intero paese, riuscendo a trasmettere con la propria musica quel contagioso clima festivo, coronamento di tanti giorni di impaziente attesa e preparazione spirituale. La sera, invece, la banda ha seguito il corteo in processione dietro l'effige della Madonna del Carmelo e nel momento in cui la vara è stata fatta rientrare in chiesa i bandisti si sono disposti nella piazza attigua al Santuario e qui hanno eseguito numerosi brani del loro repertorio.
Notevole l'afflusso di gente alla processione che dopo aver percorso via Sparagonà, passando per via Fiorentino, si è diretta in piazza Municipio e da qui ha fatto ritorno in chiesa. Alla testa del corteo vi erano le carmelitane, rigorosamente in abito marrone con veletta bianca, e i tre parroci di Santa Teresa, padre Roberto Romeo, padre Gennaro Currò e padre Daniele Femminò. La statua della Madonna, sorretta dagli organizzatori della festa in maglietta bianca, era ricoperta dalla veste su cui sono cucite le diverse donazioni in oro fatte negli anni dai fedeli, abito questo che viene adoperato solo durante tale festività. Un bagno di folla ha accolto la Madonna alla sua entrata in chiesa, avvenuta alle ore 23, e altrettante persone si sono riversate nel santuario per recare un ultimo saluto all'effige mariana.
Dense di significato le parole di padre Gerry che, nel discorso prima della benedizione finale, ha voluto sottolineare la propria gioia nel vedere così tanti fedeli, riuniti di fronte a Maria e motivati da profonda devozione e fede. I festeggiamenti hanno avuto termine alle ore 1 con i giochi pirotecnici molto apprezzati dagli astanti che per più di un quarto d'ora sono rimasti con il naso all'insù ad ammirare stupefatti uno spettacolo emozionante, senza precedenti.
La festa della Madonna del Carmelo rappresenta una delle più belle manifestazioni di fede dell'intero comprensorio jonico, un'occasione in cui tutti i credenti si riunisco per rendere insieme omaggio alla Regina del Monte Carmelo. Ecco perché tutti in coro cantiamo: "Evviva la bella regina del cielo, Maria del Carmelo che macchia non ha".

Foto di Francesco Gaberscek - PER VEDERE TUTTE LE FOTO DELLA PROCESSIONE CLICCATE QUI E POI ENTRATE NELLA SEZIONE MEDIA GALLERY

 

Foto di Giancarlo Trimarchi


Più informazioni: madonna del carmelo  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.