Mercoledì 24 Aprile 2019
Intervento della Soprintendenza sulla copertura danneggiata da una grandinata


Fiumedinisi, al via dopo cinque anni i lavori sul tetto del Palazzo della Zecca

di Redazione | 11/02/2019 | ATTUALITÀ

260 Lettori unici

I lavori sulla copertura

Avviati a Fiumedinisi i lavori di rifacimento della copertura del Palazzo della Zecca, danneggiato da una violenta grandinata nell’autunno 2013. Gli interventi sono stati affidati dalla Soprintendenza ai Beni ambientali e culturali di Messina, che dopo la richiesta del Comune aveva redatto una perizia di somma urgenza per l’importo di 30mila euro per ripristinare il tetto del prezioso bene architettonico. Ad aggiudicarsi le opere è stata l’impresa Ferrara Srl di Giardini Naxos, per l’importo di 21mila 559 euro a seguito del ribasso dell’1%, oltre 4mila 222 per oneri di sicurezza per un totale di 25mila 782 euro. I lavori, appaltati e diretti dalla Soprintendenza, prevedono il rifacimento completo del manto di regole di coppo siciliano, con collocazione di ondulina sottocoppo, il rifacimento delle grondaie con collocazione di scossaline di protezione ed il ripristino dell'intonaco interno nelle parti danneggiate dalle infiltrazioni. Progettista e direttore dei lavori e l’architetto Guglielmo Pirrone della Soprintendenza. “Un intervento atteso da tempo, che finalmente viene attuato proprio nell'anno in cui ricorre il 350° anniversario della costruzione del Palazzo della Zecca (1669) – commenta il sindaco di Fiumedinisi, Giovanni De Luca – che abbiamo intenzione di onorare in estate con un evento dedicato alla storia mineraria di Fiumedinisi, di cui il Palazzo dovrà diventare finalmente permanente testimonianza”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.