Lunedì 22 Ottobre 2018
Ordinanza del sindaco dopo il sopralluogo eseguito dal tecnico comunale


Fiumedinisi, solai a rischio crollo alla Primaria: studenti trasferiti in altro edificio

di Redazione | 08/10/2018 | ATTUALITÀ

597 Lettori unici

Il plesso "San Domenico Savio"

Solai a rischio crollo alla scuola Primaria di Fiumedinisi. E così il sindaco, Giovanni De Luca, ha deciso di trasferire gli studenti in un altro edificio comunale per prevenire possibili situazioni di pericolo in attesa di accertamenti più approfonditi ed eventuali lavori di messa in sicurezza, Il primo cittadino ha firmato venerdì un’ordinanza che dispone il trasferimento temporaneo delle cinque classi della scuola primaria “San Domenico Savio” nei locali della Scuola degli antichi mestieri (ex scuola media) in piazza San Francesco. Il provvedimento scaturisce dalla relazione stilata il 2 ottobre dal tecnico comunale Carmelo Salma sulle problematiche inerenti i solai della plesso, che ospita le classi della scuola dell’Infanzia al piano terra e la Primaria al primo piano: a seguito di una verifica puntuale dei solai mediante battitura con asta di legno è stato accertato che quasi tutti i locali del primo piano manifestano criticità, derivanti dal fatto che in alcuni punti si sono uditi dei “suoni vuoti” che fanno presupporre un potenziale fenomeno di sfondellamento delle pignatte. Dunque sulla scorta della relazione, a seguito delle verifiche effettuate, dovranno essere effettuate indagini strumentali più approfondite finalizzate ad adottare gli interventi più opportuni per l’eliminazione del potenziale pericolo. Già dal 2 ottobre, tra l’altro, le classi prima e quarta sono state trasferite, in via del tutto precauzionale, al piano terra dello stesso edificio: adesso, per consentire all’Ente di eseguire le indagini tecniche sui solai del primo piano, si è deciso di procedere al trasferimento di tutte le cinque classi della Primaria in altra sede idonea. A seguito di ricognizione degli immobili in atto disponibili, l’unica soluzione praticabile è stata individuata nella Scuola degli antichi mestieri (ex scuola media) in piazza San Francesco, i cui locali sono stati di recente ristrutturati e ritenuti idonei all’uso scolastico a seguito di sopralluogo congiunto eseguito giovedì scorso tra l’Amministrazione comunale, la responsabile del plesso di Fiumedinisi e la responsabile della sicurezza dell’Istituto comprensivo di Alì Terme. Per consentire lo svolgimento delle lezioni saranno necessari interventi di sistemazione di alcuni aspetti tecnici e logistici facilmente eseguibili, in quanto l’edificio è utilizzato attualmente dall’associazione gruppo folk “Val di Nisi” e dall’Amministrazione per riunioni e convegni. Il sindaco ha dunque interdetto l’accesso al primo piano della scuola San Domenico Savio fino al termine delle verifiche e all’azione dei provvedimenti atti all’eliminazione del potenziale pericolo. Accertata, invece, regolare fruibilità del piano terra, dove si trovano le due aule della scuola dell’Infanzia, la mensa e i rispettivi locali di servizio (cucina, rispostigli, servizi igienici). L’ordinanza dispone che l’Ufficio tecnico provveda all’adeguamento degli aspetti tecnici e logistici, la Polizia municipale adotti gli eventuali provvedimenti necessari a garantire la regolare accessibilità dei locali di piazza San Francesco e l’Ufficio istruzione scolastica del Comune si attivi per eventuali correttivi per l’organizzazione dei servizi di mensa scolastica e scuolabus. Il plesso scolastico "San Domenico Savio" è stato oggetto nel 2015 di lavori con un progetto dal costo complessivo di 351mila euro, finanziati dal Governo con il "Decreto del Fare" sull'edilizia scolastica, ma evidentemente non sono stati previsti e quindi eseguiti lavori per la verifica e messa in sicurezza dei solai.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.