Lunedì 27 Maggio 2019
Cerimonia con la famiglia e gli amici alla presenza del sindaco e delle autorità cittadine


Forza d'Agrò. La villa comunale intitolata a Dario Lombardo

di Filippo Brianni | 28/07/2016 | ATTUALITÀ

2525 Lettori unici

La targa scoperta dai genitori e dal sindaco

Da domenica l’ex villa comunale “Paolo Borsellino” di Forza d’Agrò è “Villa Dario Lombardo”. Lo spiazzo dell’area panoramica del Dammuseddu è stato infatti intitolato al giovane forzese morto nell’incidente ferroviario di Santiago de Compostela, tre anni fa. Ed anche il giorno non è stato scelto a caso: 24 luglio, tre anni esatti da quel tragico evento che scosse la comunità di Forza d’Agrò e tramortì i suoi tanti amici nell’intero comprensorio. Amici che domenica erano lì, perché “ci hai insegnato questo valore, che non conosce rancori, invidie: l’amicizia, quella vera”, per usare le parole di Alessia Stracuzzi, intervenuta in rappresentanza dei “Lupi di Forza d’Agrò”, associazione ispirata proprio al giovane e che ha proposto l’intitolazione a Dario Lombardo di quello spazio. “Quando abbiamo pensato di dedicarti qualcosa – ha detto ancora Alessia Stracuzzi – non abbiamo avuto alcun dubbio: qui, dove tutto sembra avere senso, dove la sera la luna e le stelle sembra si possano toccare, dove te ne puoi star tranquillo ad ammirare le bellezze della natura. Qui dove un ululato può far da eco per ore ed ore e sembra di essere davvero ad un passo da te”. La targa è stata scoperta dal sindaco, Fabio Di Cara e dai genitori, Mimmo e Pina Lombardo. In rappresentanza della famiglia è intervenuto anche Paolo Gentile, zio del ragazzo, che ha anche presentato un cd video con brani da lui suonati, dedicati a Dario Lombardo,  e cantati dai cugini.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.