Venerdì 18 Ottobre 2019
Delicato intervento al San Vincenzo per la nonnina di Scifì, già tornata a casa


Forza d'Agrò, a 100 anni operata al cuore a Taormina: il "miracolo" di Antonina Sciacca

di Gianluca Santisi | 31/03/2017 | ATTUALITÀ

8002 Lettori unici

Antonina Sciacca ha compiuto 100 anni il 16 marzo

Un intervento unico per il Sud Italia, con rischi altissimi considerate le condizioni fisiche e l'età del paziente: una donna di 100 anni. Protagonisti la signora Antonina Sciacca, la prima centenaria di Forza d'Agrò (traguardo raggiunto lo scorso 16 marzo), e il reparto di Cardiologia dell'ospedale “S. Vincenzo” di Taormina, diretto dal dottor Ludovico Vasquez. Portatrice di pacemaker, zia Nina - come viene affettuosamente chiamata da tutti nella “sua” Scifì - è stata inviata nell'ospedale taorminese da un altro centro cardiologico siciliano a causa del malfunzionamento del dispositivo, “caratterizzato da alta impedenza all'elettrocatetere da stimolazione ventricolare e batteria in scarica”. Nel centro di provenienza era stato eseguito un tentativo di posizionamento del nuovo elettrodo ma si era rivelato infruttuoso per la presenza di ostacoli nell'atrio destro (mixoma). I familiari non si sono persi d'animo e, venuti a conoscenza delle tecniche innovative utilizzate nel nosocomio di contrada Sirina, hanno voluto effettuare l'estremo tentativo. L'operazione, un autentico capolavoro, è stata eseguita dal dottor Giuseppe Calvagna, non nuovo ad imprese del genere. “L'intervento – si legge nel riassunto nosografico della paziente - è stato portato a termine utilizzando guide da angioplastica modello Terumo da 130 cm ed introduttori di lunghezza 30 cm, con assenza di complicanze operatorie”. L'operazione è perfettamente riuscita e la signora Sciacca è già tornata a casa. “Ogni tanto i miracoli succedono – ha commentato uno dei nipoti, Rosario Trischitta, consigliere comunale a S. Alessio -. Subire un intervento chirurgico a 100 anni per il cambio del sondino e del pacemaker, con probabilità di riuscita ridotte al lumicino, è un impresa che solo mia nonna poteva fare. Grazie a tutta l'equipe del dottor Calvagna che ha compiuto un'impresa leggendaria”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.