Mercoledì 05 Agosto 2020
L'esponente del M5S, a Scaletta e Alì Terme, annuncia che riferirà al ministro


Frane Ss114, la senatrice D’Angelo: "Usare il Masterplan per galleria e minisvincolo"

31/08/2018 | ATTUALITÀ

1864 Lettori unici | Commenti 2

Mettere definitivamente in sicurezza il territorio e garantire una via di fuga alternativa ai pendolari e ai cittadini in caso di eventi calamitosi. Sono due delle priorità della senatrice Grazia D’Angelo del Movimento Cinque Stelle, dopo il sopralluogo effettuato sulla Strada statale 114 per verificare di presenza lo stato dell’arteria che lo scorso 20 luglio è stata colpita dall’ennesima frana a Capo Alì, mettendo a repentaglio la vita di un automobilista. La parlamentare ha fatto sapere che sottoporrà la problematica al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, per portare avanti le battaglie del comitato “Contrada Divieto-Scaletta Zanclea”, del “Meetup Grilli Jonici” e delle tante associazioni di cittadini che da anni chiedono interventi strutturali per mettere fine agli eventi franosi. Due le richieste degli abitanti, che in passato hanno messo in atto diverse iniziative per sensibilizzare le istituzioni, fra cui una manifestazione di protesta, una raccolta firme e un esposto alla Procura della Repubblica di Messina: una o più gallerie paramassi da collocare nei punti più vulnerabili, per garantire una maggior protezione rispetto alla rete metallica installata dall’Anas e la realizzazione di una bretella/minisvincolo autostradale a Itala, come una via di fuga alla luce della frana del 2007 che “intrappolò” centinaia di pendolari e della notevole latenza dei soccorsi dopo il tragico evento alluvionale del 2009. “La priorità assoluta - evidenzia la senatrice D’Angelo - è tutelare l’incolumità degli abitanti e dei tanti pendolari che ogni giorno percorrono questo tratto di strada per motivi di studio o di lavoro, attingendo possibilmente le somme necessarie per gli interventi dai 770 milioni di euro previsti dal Masterplan per la prevenzione del rischio”.


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 31/08/2018 alle 10:09:28

Ma la frana di Capo S. Alessio è stata elininata !? Il ponte sull'Agrò Quando si fa !? Forse quando la bretella sarà scavalcata dalle acque del torrente (basta poco!). E la strada statale la cui percorrenza è sempre problematica !? Non parliamo dell'A18, che definire autostrada o strada a scorrimento veloce fa ridere e che ad ogni nubifragio è allagata e sogetta a frane con pericolo per la vita. Intanto abbiamo passerelle di cinque stelle e ruspisti ... non mi sembrano diversi dai vecchi democristiani: ci prendono in giro. Se poi parliamo della loro competenza ... assomigliano molto a quel deputato che consigliava di estirpare i limoni e piantare verdelli che spuntavano un prezzo di gran lunga maggiore !!!

Pippo Sturiale | il 31/08/2018 alle 13:35:02

Ma la frana di Capo S. Alessio è stata elininata !? Il ponte sull'Agrò Quando si fa !? Forse quando la bretella sarà scavalcata dalle acque del torrente (basta poco!). E la strada statale la cui percorrenza è sempre problematica !? Non parliamo dell'A18, che definire autostrada o strada a scorrimento veloce fa ridere e che ad ogni nubifragio è allagata e sogetta a frane con pericolo per la vita. Intanto abbiamo passerelle di cinque stelle e ruspisti ... non mi sembrano diversi dai vecchi democristiani: ci prendono in giro. Se poi parliamo della loro competenza ... assomigliano molto a quel deputato che consigliava di estirpare i limoni e piantare verdelli che spuntavano un prezzo di gran lunga maggiore !!!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.