Martedì 17 Settembre 2019
Come cofinanziamento del progetto per percorsi rurali e promozione del territorio


Gal Peloritani. L'ass. Amiamo S. Teresa riceve 70mila euro dal Comune

di Andrea Rifatto | 03/01/2014 | ATTUALITÀ

1924 Lettori unici

Il Palazzo della Cultura di S. Teresa di Riva

L’associazione “Amiamo Santa Teresa”, costituita a giugno 2012 a S. Teresa di Riva e presieduta da Stefano Morales, ha ricevuto dall’Amministrazione comunale un contributo di cofinanziamento dell’importo di 70mila ad integrazione del finanziamento ottenuto dall’associazione tramite il “Gal Peloritani – Terre dei miti e della bellezza” per la realizzazione del progetto “Emozioni rurali – percorsi del gusto tra natura, cultura e tradizioni dei Peloritani”, per la promozione e valorizzazione dei prodotti tipici locali, sia in ambito turistico che sociale. L’associazione santateresina era stata inserita nella graduatoria delle istanze ammissibili, stilata nel mese di febbraio 2013 dal Gal Peloritani, nella misura 313 “Incentivazione di Attività Turistiche” - Azione B “Servizi per la fruizione degli itinerari rurali” del PSR Sicilia 2007/2013, per un importo ammissibile di 407.019,01 euro.
I costi previsti dal progetto riguardano la creazione di percorsi, dei locali di partenza, l’installazione di segnaletica e relativa cartellonistica, l’acquisto di stand espositivi per eventi di fruizione e di promozione, l’acquisto di prodotti per la degustazione, la messa in scena di spettacoli per la valorizzazione delle tradizioni rurali. Tra i costi previsti dagli elaborati anche le spese per il personale e per la promozione e comunicazione degli eventi. Il Comune di Santa Teresa ha deciso di dover partecipare con propri fondi perché ritiene di poter trarre vantaggi e benefici dall’approvazione del progetto, in quanto i locali del Palazzo della Cultura – Villa Crisafulli-Ragno sono stati previsti come sede di base rispondente alle finalità delle attività di partenza e soprattutto perché il progetto valorizza al meglio i beni culturali e le tradizioni storiche sia a livello comunale che locale. L’Amministrazione guidata da Cateno De Luca, inoltre, conta di poter stipulare una convenzione con Amiamo Santa Teresa così da poter utilizzare le strutture e i materiali di allestimento che verranno acquistati dall’associazione: stand ed attrezzature che potrebbero ad esempio essere impiegati per iniziative di promozione delle attività commerciali cittadine e per altre manifestazioni di richiamo. Dei 70mila euro complessivi, 30mila provengono dall’esercizio finanziario 2013, 20mila dal pluriennale 2014 e 20mila dal bilancio 2015. Il presidente di Amiamo Santa Teresa, Stefano Morales, già ad agosto 2013 aveva invitato le Amministrazioni comunali dei paesi interessati dal progetto a collaborare nell’organizzazione di manifestazioni ed eventi richiedendo eventuali cofinanziamenti, invitando i comuni a inserire nei propri bilanci le somme. Santa Teresa ha risposto positivamente.

Più informazioni: amiamo santa teresa  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.