Martedì 22 Ottobre 2019
Fibra ottica con un investimento a costo zero per il Comune. Soddisfatto il sindaco


Gallodoro, arriva la banda ultralarga per le connessioni internet veloci

28/04/2018 | ATTUALITÀ

798 Lettori unici

La consegna dei lavori

Il borgo di Gallodoro avrà presto una rete a banda ultralarga per permettere di connettersi a interne a velocità elevate. Open Fiber, società compartecipata al 50% ciascuno da Enel e Cassa Depositi e Prestiti, realizzerà infatti un’infrastruttura interamente in fibra ottica che consentirà a cittadini e imprese di beneficiare di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo. Il piano prevede un investimento diretto di oltre 90mila euro per la copertura capillare del paese. Le risorse non graveranno sul bilancio comunale ma sono il frutto di un investimento congiunto di Open Fiber e Infratel, società “in house” del Ministero dello Sviluppo economico. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili e a basso impatto ambientale per limitare il più possibile i disagi per il territorio e la comunità. La rete sarà data in concessione per 20 anni a Open Fiber, che ne curerà la manutenzione, e rimarrà di proprietà pubblica.  Nel progetto è previsto il cablaggio delle scuole e degli uffici comunali, al fine di migliorare le relazioni con i cittadini e di aumentare la produttività e la competitività delle imprese presenti sul territorio.

“Siamo particolarmente soddisfatti di questo investimento che per il nostro Comune è strategico – commenta il sindaco Filippo Alfio Currenti. Imprese, normali cittadini e turisti potranno finalmente avere un servizio che è una prerogativa di grandi città, fondamentale per lo sviluppo economico del nostro territorio. La difesa dei piccoli comuni e la scelta di vivere qui passa anche dalla fornitura di servizi fondamentali come questo”. Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. Una volta conclusi i lavori, l’utente non dovrà far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, cosa fino ad oggi impossibile.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.