Martedì 22 Ottobre 2019
La somma stanziata in seguito al maltempo dello scorso anno. Servono altri 1,7 milioni


Gallodoro, arrivano 1,5 milioni per la messa in sicurezza della Sp 13

07/02/2016 | ATTUALITÀ

1410 Lettori unici

La Sp 13, arteria che conduce a Gallodoro

Via libera dalla Regione Siciliana al finanziamento da 1,5 milioni di euro assegnato nell’ottobre scorso al Comune di Gallodoro per un intervento di consolidamento e messa in sicurezza della Strada provinciale 13, arteria che conduce al paese. Il dirigente generale del Dipartimento regionale di Protezione civile, Calogero Foti, ha infatti firmato il provvedimento che destina le somme, destinate alla realizzazione nel tratto di Sp 13 dal km 1+200 al km 1+500, in contrada Ponte Grumitti: l'intervento prevede "Lavori urgenti per il consolidamento, contenimento, bonifica e protezione scarpate a monte, contenimento e rifacimento tratto piano viabile-1° stralcio funzionale” per un importo complessivo di 1,5 milioni di euro secondo un progetto esecutivo cantierabile da 3,2 milioni presentato dal Comune di Gallodoro alla Protezione civile regionale nel maggio 2015. Le risorse provengono dai 4,7 milioni di euro stanziati in totale per la provincia di Messina per il maltempo che ha colpito il territorio peloritano e la Sicilia tra febbraio ed aprile 2015, secondo quanto previsto dall’ordinanza n. 257 concernente “Primi interventi urgenti per il maltempo dal 16 febbraio al 10 aprile 2015 nelle province di Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Messina e Trapani”, firmata dal capo del Dipartimento nazionale di Protezione civile Fabrizio Curcio. Tra i comuni finanziati Gallodoro ha ottenuto la somma maggiore, che sarà adesso utilizzata per fronteggiare l'emergenza causata dagli eventi calamitosi. Soggetto attuatore dell’intervento è stato nominato il sindaco Filippo Alfio Currenti, al fine di accelerare le procedure volte all'attuazione dell'intervento dichiarato urgente, indifferibile e di pubblica utilità. Secondo il cronoprogramma allegato all’ordinanza l’esecuzione dell’intervento, dalla gara al collaudo, giungerà al termine a luglio 2016. 

“Dalla ricognizione effettuata sul territorio si è potuto riscontrare che gli eventi calamitosi per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza con deliberazione del Consiglio dei Ministri in data 18 maggio 2015 hanno causato criticità ben più estese di quelle che è possibile affrontare con le risorse disponibili – spiega il sindaco Currenti –: la Regione sta pertanto verificando la possibilità di reperire ulteriori risorse necessarie per l’esecuzione di altri interventi urgenti sul territorio per il superamento dell’emergenza e per il 2° stralcio da 1,7 milioni di euro per la Provinciale 13, a saldo del progetto originario da 3,2 milioni, per poter completare i lavori urgenti per il consolidamento, contenimento, bonifica e protezione scarpate a monte a contenimento e rifacimento tratto piano viabile. Ringrazio la Protezione civile regionale e in particolare il direttore Calogero Foti – aggiunge Currenti – sempre sensibile e disponibile ai problemi del territorio e in particolare al nostro, colpito negli ultimi anni da vari dissesti idrogeologici”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.