Venerdì 18 Ottobre 2019
Il Centro per l'impiego di S. Teresa di Riva farà da sportello per l'accesso ai servizi


"Garanzia Giovani", opportunità di lavoro e di crescita

di Redazione Sikily News | 18/07/2014 | ATTUALITÀ

2446 Lettori unici | Commenti 1

Le opportunità offerte dal progetto dell’Unione Europea “Garanzia Giovani”, rivolto ai ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano, sbarcano nella riviera jonica grazie all’iniziativa del Centro per l’impiego di S. Teresa di Riva, che ha organizzato la propria struttura in modo tale da poter offrire ai giovani e alle imprese del territorio i servizi relativi all’applicazione del progetto. Le opportunità offerte sono numerose e comprendono, tra l’altro: informazioni sul programma di accoglienza, orientamento e accompagnamento al lavoro (per tutti i giovani tra i 15 e i 29 anni); formazione mirata all’inserimento lavorativo; reinserimento in percorsi formativi di giovani dai 15 ai 18 anni; apprendistato per la qualifica o il diploma professionale, professionalizzante o contratto di mestiere per l’alta formazione e la ricerca (per l’apprendistato, per la qualifica e per il diploma professionale è prevista una indennità di partecipazione a supporto del successo formativo per apprendista fino a 7mila euro); tirocinio extracurriculare, anche in mobilità geografica, della durata massima di sei mesi (o 12 mesi per disabili o svantaggiati) che prevede una indennità di frequenza fino a 500 euro mensili e non superiore a 3mila euro per tutto il periodo (6mila per disabili o svantaggiati) e un rimborso spese in caso di mobilità geografica; servizio civile (fino a 28 anni); sostegno per l’avvio la costituzione di nuove imprese giovanili; incentivi fino a 6mila euro per l’inserimento occupazionale di giovani fino a 29 anni. Il progetto “Garanzia Giovani” ha preso il via il 1° maggio di quest’anno. I sindaci della riviera hanno invitato i giovani residenti nel comprensorio a recarsi presso il Centro per l’impiego di S. Teresa, in via Lungomare 129 (zona nord), per ricevere maggiori informazioni. L'ufficio ha competenza sui comuni di  Alí, Alí Terme, Antillo, Casalvecchio Siculo, Fiumedinisi, Furci Siculo, Itala, Limina, Mandanici, Nizza Di Sicilia, Pagliara, Roccafiorita, Roccalumera, Sant'Alessio Siculo, Santa Teresa Di Riva, Savoca, Scaletta Zanclea.


Il Programma Garanzia Giovani richiede una strategia unitaria e condivisa tra Stato e Regioni ai fini di un'efficace attuazione a livello territoriale. Accanto quindi al Piano nazionale che individua le azioni comuni su tutto il territorio nazionale, ciascuna Regione ha l'impegno di adottare un proprio piano attuativo per definire quali sono le misure del Programma che vengono attivate sul territorio, in coerenza con la strategia nazionale. Alle Regioni spetta quindi indirizzare i giovani ai diversi Servizi per l'Impiego presso cui dovranno fare il primo colloquio di orientamento. Il giovane ha la possibilità di fruire dei servizi del programma in qualunque punto del territorio nazionale, anche in una Regione diversa da quella di domicilio o residenza. Compito della Regione inoltre è svolgere l'attività di monitoraggio degli interventi, per meglio osservare il processo di attuazione delle misure, i servizi erogati, il numero e il profilo dei beneficiari, l'avanzamento della spesa, e altre caratteristiche sulla condizione di occupabilità dei giovani beneficiari.

La Regione Sicilia attiva tutte le misure previste dal Programma Garanzia Giovani. A causa dell'elevata percentuale di Neet, ha una dotazione finanziaria di 178.821.388 euro. In particolare, 42 milioni di euro sono destinati all'accoglienza, 56 milioni finanziano la formazione, 15 milioni di euro i progetti di apprendistato, 10 milioni i tirocini. La Regione destina anche una quota consistente (circa 20 milioni di euro) all'autoimpiego per dare spazio a giovani con ambiziosi progetti imprenditoriali. Il Governo regionale ha poi cercato di ampliare la platea dei beneficiari della Garanzia Giovani con il Piano Giovani, al quale ha destinato 19.250.000 euro per percorsi di tirocinio per giovani disoccupati/inoccupati, diplomati o in possesso di qualifica professionale, fino a 35 anni.

Nello specifico, le risorse finanziarie destinate alle misure attivate dalla Sicilia sono state così ripartite:

Accoglienza, presa in carico, orientamento: 42.000.000,00 euro
Formazione: 56.000.000,00 euro
Accompagnamento al lavoro: 16.000.000,00 euro
Apprendistato: 15.000.000,00 euro
Tirocinio extra curriculare, anche in mobilità geografica: 10.000.000,00 euro
Servizio civile nazionale: 5.500.000,00 euro
Sostegno all'auto-impiego e all'auto-imprenditorialità: 20.321.388,00
Mobilità professionale transazionale e territoriale: 4.000.000,00 euro
Bonus occupazionale: 10.000,000,00 euro 

Più informazioni: garanzia lavoro  piano giovano  centro per l'impiego  


COMMENTI

Durante melissa | il 18/07/2014 alle 11:32:23

salve, è una buona opportunità per i giovani, sempre che alla fine si possono realizzare questi progetti e andare a buon fine, speriamo che non mandano tutto al fondo come altre volte è capitato con qualche scusa, per essere positivi un bocca al lupo per tutti i giovani e mi auguro che CREPIiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.