Martedì 21 Maggio 2019
Il sindacato passa al contrattacco dopo i post su Facebook del primo cittadino


Gestione rifiuti a S. Teresa, è scontro: la Cgil querela il sindaco De Luca

di Redazione | 25/08/2015 | ATTUALITÀ

1668 Lettori unici | Commenti 1

La Funzione pubblica Cgil di Messina ha dato mandato ai propri legali di proporre querela per diffamazione nei confronti del sindaco di Santa Teresa Riva Cateno De Luca. La scintilla tra l’organizzazione sindacale e il primo cittadino è scoppiata dopo la nota diffusa ieri dal segretario provinciale Carmelo Pino riguardo al numero di lavoratori che l’ente santateresino ha previsto di impiegare nel servizio di raccolta rifiuti e spazzamento strade all’avvio del nuovo Aro comunale, cioè 12 operatori rispetto ai 22 attualmente in servizio all’Ato Me4. Per la Cgil tutti i posti di lavoro vanno invece salvaguardati, senza i 10 esuberi previsti dal Comune. Tesi che De Luca aveva respinto duramente al mittente, lamentando di aver subito intimidazioni e di essere pronto a “rivolgersi all’Antimafia e alle Procure contro un sistema che ha dissanguato i comuni e le tasche dei cittadini", sostenendo come l'iniziativa della Cgil sia tesa a "bloccare la procedura virtuosa avviata dal Comune di Santa Teresa di Riva, che farà risparmiare oltre 1 milione di euro annui alla comunità".
“Adesso basta, la misura è colma! – scrivono oggi Carmelo Pino e Clara Crocè, segretario generale della Fp Cgil – non consentiremo più al sindaco del Comune di Santa Teresa Riva, attraverso la pagina Facebook, di esprimere impunemente dichiarazioni offensive e accuse pesantissime nei confronti della Fp Cgil e dei lavoratori. Fino ad oggi non abbiamo replicato ad alcune volgarità e frasi poco edificanti, espresse dal De Luca, in quanto si commentavano da sole, sia per stile che per sobrietà! Adesso – proseguono i due esponenti sindacali – a fronte di una richiesta di ispezione avanzata dalla Fp Cgil agli organi competenti, per verificare che 'tutti gli adempimenti adottati dal Comune di Santa Teresa di Riva siano corrispondenti a quanto previsto dalle Leggi e dalla normativa vigente', il sindaco, che ricordiamo dovrebbe rappresentare una comunità di cittadini, ha varcato la soglia della comune decenza. Per questo motivo – spiegano Crocè e Pino - oggi abbiamo conferito mandato ai nostri legali per proporre querela per diffamazione nei confronti del sindaco di Santa Teresa Riva Cateno De Luca".

Più informazioni: aro santa teresa  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 26/08/2015 alle 19:52:43

Io vorrei sapere se i sindacalisti ed il sindaco pagheranno personalmente i loro avvocati o saranno il sindacato ed il Comune (cioè noi!) ?? In ogni caso non credo che per fare un lavoro che richiede 12 unità debbano esserne impiegate 22. Per gi altri si devono trovare altri impieghi: ci sono i centri di raccolta comunali, devono essere predisposti degli impianti comprensoriali e provinciali per il trattamento il ricliclo il riuso ... certamente non si può fare assistenza a spese dei contribuenti ... ma non si possono assumere altre persone e licenziare chi già c'è!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.