Sabato 19 Ottobre 2019
Ordinanza per l'utilizzo estivo come parcheggio. Continua il silenzio del Cas


Giardini, il sindaco "requisisce” l'area Salluzzo: "Basta degrado, quello spazio ci serve"

di Andrea Rifatto | 19/06/2019 | ATTUALITÀ

514 Lettori unici

Il parcheggio Salluzzo

Torna fruibile l’area di parcheggio Salluzzo a Giardini Naxos, che nell’agosto dello scorso anno venne sottoposta a sequestro dai carabinieri per la presenza di rifiuti e poi dissequestrata ma rimasta nel limbo. Il sindaco Nello Lo Turco, con un’azione forte in risposta al lassismo degli altri enti, ha firmato un’ordinanza per l’occupazione d’urgenza temporanea dello slargo situato all’intersezione tra le Statale 114 e 185, nella zona dello svicolo autostradale, affinché torni ad essere adibito a parcheggio. Il provvedimento ha vigore fino al 10 settembre, salvo proroga, e alla scadenza l’area verrà riconsegnata al Consorzio per le autostrade siciliane, che ne è proprietario; lo stesso può eventualmente essere revocato qualora il Cas dia riscontro alle numerose richieste di concessione avanzate in questi anni dal Comune di Giardini. “Anziché lasciare che quella zona rimanga regno dei nomadi e degli abusivi, circondata dai rifiuti che ci siamo sempre preoccupati di rimuovere – spiega il sindaco – è meglio che venga utilizzata come parcheggio, visto che è uno spazio fondamentale ai fini del decongestionamento della viabilità e domenica ne abbiamo avuta già un prima dimostrazione. Appena sarà ripulito, installeremo un parcometro per regolare la sosta a pagamento dei mezzi”. L’ordinanza è stata firmata per porre fine a una situazione di estremo degrado, con bivacchi e accampamenti di senza fissa dimora, che causa anche un danno di immagine ad una cittadina turistica come Giardini. Il Comune è sempre bonificando l’area al posto del Cas, senza mai ricevere il rimborso delle spese nonostante le richieste, e da anni continua a chiederne la concessione in uso per realizzare un parcheggio stabile, senza però riceverne risposte. Dopo il dissequestro disposto lo scorso anno, l’area è tornata nel degrado, con il paradosso che il Comune sostiene i costi di pulizia, anche se non dovuti, senza poterla gestire visto che il Consorzio autostradale non ha mai risposto alle richieste inoltrate a Palazzo dei Naxioti. Della situazione il sindaco Lo Turco ha informato anche il prefetto con una lettera inviata lo scorso luglio. In attesa che il Cas decida cosa vuole fare e visto anche il pericolo di incendi, considerata la presenza di sterpaglie, oltre che di problematiche di natura igienico-sanitaria, il Comune ha così deciso di procedere all’occupazione temporanea, per assicurare la tutela della pubblica e privata incolumità e la sicurezza urbana durante l’estate.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.