Domenica 18 Agosto 2019
Finanziamenti dalla Regione grazie ai progetti presentati dal parroco nel 2015


Giardini Naxos, arrivano 1,5 milioni per il restauro di due chiese

di Andrea Rifatto | 26/12/2018 | ATTUALITÀ

426 Lettori unici

La chiesa Maria Santissima Immacolata

Due decreti di finanziamento firmati all’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità regalano sotto Natale a due parrocchie cittadine oltre un milione e mezzo di euro per importanti opere di sistemazione. Il dirigente generale del Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, Fulvio Bellomo, ha infatti siglato i provvedimenti finali che assegnano 800mila euro per la manutenzione ordinaria e straordinaria della chiesa Maria Santissima Immacolata (stralcio funzionale-locali annessi) e 750mila euro per la chiesa Maria Santissima Raccomandata. Fondi che giungono nella cittadina naxiota grazie ai progetti redatti nel 2015 dalle due parrocchie, allora rette entrambe da don Eugenio Tamà (oggi guida spirituale solo all’Immacolata), e presentati per partecipare al bando emanato dalla Regione siciliana per interventi di riqualificazione urbana degli edifici di culto e/o di formazione religiosa. I due interventi furono ammessi in graduatoria e successivamente coperti grazie alle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 204-2020 disponibili nel Patto per il sud. I due progetti sono stati redatti tre anni fa dall’architetto Antonino Stracuzzi e dal geometra Sebastiano Galeano di Giardini, incaricati da padre Tamà di occuparsi della sistemazione e manutenzione delle due chiese della cittadina naxiota: per la chiesa Maria Santissima Immacolata il progetto da 800mila euro prevede una spesa di 590mila per lavori e di 210mila per somme a disposizione, mentre per l’edificio dedicato a Maria Santissima Raccomandata i 750mila euro del finanziamento verranno utilizzato per 550mila per lavori e per 200mila somme a disposizione. Le procedure amministrative sono state curate del Comune di Giardini, che ha approvato i progetti esecutivi in Giunta dopo le verifiche e validazioni eseguite dai geometri Corrado Ravidà e Francesco Galeano dell’Ufficio tecnico. I sacerdoti Eugenio Tamà (Santa Maria Immacolata) e Giuseppe Di Mauro (Santa Maria Raccomandata) hanno rilasciato le dichiarazioni liberatorie confermando che gli onorari relativi alla progettazione esecutiva delle opere graveranno esclusivamente sulle Parrocchie, liberando da ogni impegno economico la Regione. Il Comune è stato autorizzato dall’Assessorato a procedere alla gara per l'aggiudicazione dei lavori e avrà 180 giorni di tempo per l'espletamento della gara di appalto e la consegna dei lavori all'impresa aggiudicataria, pena la revoca del finanziamento concesso.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.